Caso Narracci, slitta ancora il processo

BRINDISI – Rinviato al 13 luglio il processo ad Ottavio Narracci, medico ostunese, arrestato il 20 novembre del 2008 per avere ceduto, secondo l’accusa, sostanze equivalenti agli stupefacenti a tossicodipendenti che erano in cura presso il Sert da lui diretto.

OSTUNI – Rinviato al 13 luglio il processo ad Ottavio Narracci, medico ostunese, arrestato il 20 novembre del 2008 per avere ceduto, secondo l’accusa, sostanze equivalenti agli stupefacenti a tossicodipendenti che erano in cura presso il Sert da lui diretto. Il rinvio è stato chiesto dal difensore, avvocato Gianvito Lillo, che quest'oggi era impegnato in Cassazione a Roma e il Tribunale in composizione collegiale (presieduto da Gabriele Perna) ha disposto il rinvio.

L'udienza del 13 luglio sarà interamente dedicata all'interrogatorio di Ottavio Narracci. Se ci sarà tempo parlerà l'accusa e il resto della discussione avverrà il 5 ottobre, giorno in cui ci sarà anche la sentenza. L’interrogatorio di Narracci fu chiesto nella precedente udienza, tenuta l'11 maggio scorso, sia dalla pubblica accusa, rappresentata da Silvia Nastasia, sia dall'avvocato Gianvito Lillo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Narracci all’epoca degli arresti domiciliari era direttore del Sert di Fasano. Furono alcuni tossicodipendenti in trattamento presso quel Sert a denunciare la prassi non proprio normale di dare Subutex o altre sostanze simili ai tossicodipendenti che poi ne facevano l’uso che volevano. Pare che alcuni rivendevano queste sostanze. Le indagini si conclusero con l’arresto. Successivamente fu disposto il giudizio che si dovrebbe concludere il 5 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

Torna su
BrindisiReport è in caricamento