Controlli e perquisizioni dei carabinieri: quattro persone denunciate

L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, e il contrasto allo spaccio di stupefacenti

CEGLIE MESSAPICA - I carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni (diretta dal capitano Antonio Corvino) e della stazione di Ceglie Messapica hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella città di Ceglie con l’esecuzione di posti di controllo e perquisizioni che si è concluso con 4 denunce e sequestri di stupefacenti.

Nel complesso hanno eseguito 11 perquisizioni tra personali e domiciliari, identificato 76 persone di cui 15 di particolare interesse operativo, controllato 45 autoveicoli oltre a 2 esercizi pubblici. Sono state anche controllate 12 persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione. 

Le denunce

Un 48enne del posto, cuoco,è stato denunciato per ricettazione: a seguito di perquisizione domiciliare gli è stato rinvenuto un telefono cellulare, provento di furto asportato a Ceglie Messapica al legittimo proprietario il 17 dicembre 2018. Nella circostanza al cuoco è stato rinvenuto un involucro contenente 1,5 grammi di stupefacente occultato nel comodino della camera da letto.

Un imprenditore agricolo 42enne è stato denunciato per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio, poiché nel corso di perquisizione domiciliare gli sono stati rinvenuti 14 grammi di stupefacente del tipo marijuana occultata in 3 vasetti di vetro conservati nel congelatore.

Sono state denunciate due persone del luogo, perché occupavano abusivamente una scuola rurale dismessa, ubicata in contrada Ulmo Marangi.

Nel corso del servizio sono state segnalate all’autorità amministrativa 3 persone, una residente a San Vito dei Normanni, una a Francavilla Fontana e una del luogo, trovate in possesso, a seguito di perquisizione personale e veicolare, di modiche quantità di sostanze stupefacenti; in totale sono stati rinvenuti 9 grammi tra marijuana e hashish.

L’attività è stata finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati contro la persona e il patrimonio, e il contrasto allo spaccio di stupefacenti, nonché al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. Il servizio attuato ha anche interessato le aree periferiche nonché le contrade rurali del Comune.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento