Ceglie, trans arrestato per rapine

CEGLIE MESSAPICA – Un cinquantenne transessuale di Ceglie Messapica è stato arrestato oggi dai carabinieri del posto insieme ai colleghi della compagnia di San Vito dei Normanni, con l’accusa di rapina verso i suoi clienti. Si tratta di Francesco Zaccaria, volto già noto alle forze dell’ordine. I clienti si rifiutavano di consumare il rapporto e di pagare la somma pattuita nel momento in cui si rendevano conto che non si trattava di una donna e il 50enne a quel punto li minacciava con un coltello oppure paventando l’intervento di presunti complici. Il transessuale cegliese si trova nel carcere di Brindisi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

La stazione carabinieri di Ceglie Messapica

CEGLIE MESSAPICAUn cinquantenne transessuale di Ceglie Messapica è stato arrestato oggi dai carabinieri del posto insieme ai colleghi della compagnia di San Vito dei Normanni, con l’accusa di rapina verso i suoi clienti. Si tratta di Francesco Zaccaria, volto già noto alle forze dell’ordine. I clienti si rifiutavano di consumare il rapporto e di pagare la somma pattuita nel momento in cui si rendevano conto che non si trattava di una donna e il 50enne a quel punto li minacciava con un coltello oppure paventando l’intervento di presunti complici. Il transessuale cegliese si trova nel carcere di Brindisi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

I carabinieri della stazione di Ceglie Messapica, in collaborazione con la compagnia di San Vito dei Normanni guidati dal capitano Ferruccio Nardacci, hanno cercato e tratto in arresto Francesco Zaccaria di 50 anni a seguito di un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso nella stessa giornata odierna dalla Procura della Repubblica di Brindisi. Il decreto è scaturito da un’attenta indagine investigativa gestita da entrambi i gruppi di militari che hanno portato l’arrestato ad essere il responsabile di due episodi di rapina avvenuti rispettivamente il 9 maggio scorso e il 3 giugno scorso.

I fatti, si sono consumati nelle campagne cegliesi, dove Francesco Zaccaria si prostituisce. Quando il cliente si avvicinava, il transessuale – senza rivelare di esserlo – si accomodava nell’auto del malcapitato di turno. Nel momento in cui, sia nel primo che nel secondo caso, i clienti si sono accorti che si trattava di un trans, si sono rifiutati di continuare nel rapporto sessuale e ovviamente di pagare la somma pattuita.

Zaccaria, nel primo caso, così come denunciato dal cliente, lo ha minacciato con un coltello paventando anche l’arrivo di altri complici, nel secondo caso, invece, ha sottratto al cliente 300 euro. Le ultime denunce sono arrivate in caserma lo scorso 10 giugno. Francesco Zaccaria è stato trasferito presso la casa circondariale di Br

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Fai da te, barbecue in muratura: come realizzarlo

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Omicidio Maldarella, fermati anche il padre e la madre dell'arrestato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento