Birilli di cocaina in bocca: finisce ai domiciliari

Ordinanza di arresto per un 29enne di Ostuni: venne già sorpreso dai poliziotti a cedere droga nei pressi di campetti e chiesa

OSTUNI - Nascondeva in bocca birilli di cocaina per eludere i controlli. Con l'accusa di spaccio di droga è stato arrestato, ai domiciliari, un 29enne di Ostuni: l'ordinanza di custodia è stata eseguita dagli agenti del commissariato della Città Bianca, gli stessi che alla fine dello scorso mese di settembre sorpreso il giovane mentre cedeva dosi nei pressi di campetti sportivi e di una chiesa.

In quella occasione, gli agenti sequestrarono cinque grammi di cocaina in dosi, denaro, materiale per il confezionamento e sostanza da taglio nel corso di un servizio nato da  numerose segnalazioni dei cittadini. Dopo la convalida dell’arresto gli fu applicata la misura dell’obbligo di dimora in Ostuni con rientro e permanenza in casa tutti i giorni dalle 20 alle 07. Il pubblico ministero propose ricorso e questo, divenuto definitivo ha visto soccombente la difesa

 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni europee: alle 19 affluenza del 34,09 per cento nel Brindisino

  • Elezioni

    Scrutinatore scatta foto a registro elettori: allontanato dalla sezione

  • Cronaca

    Malore in una casa di campagna: muore un bracciante agricolo

  • Attualità

    Street Control e Targa System in azione: trovati oltre 400 veicoli irregolari

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Ospedale Perrino, donati gli organi di una donna morta a 62 anni

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

  • Furto nella stazione di servizio: in fuga con la cassetta dei contanti

  • Notte di fuoco tra Brindisi e Mesagne: incendiate tre auto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento