Birilli di cocaina in bocca: finisce ai domiciliari

Ordinanza di arresto per un 29enne di Ostuni: venne già sorpreso dai poliziotti a cedere droga nei pressi di campetti e chiesa

OSTUNI - Nascondeva in bocca birilli di cocaina per eludere i controlli. Con l'accusa di spaccio di droga è stato arrestato, ai domiciliari, un 29enne di Ostuni: l'ordinanza di custodia è stata eseguita dagli agenti del commissariato della Città Bianca, gli stessi che alla fine dello scorso mese di settembre sorpreso il giovane mentre cedeva dosi nei pressi di campetti sportivi e di una chiesa.

In quella occasione, gli agenti sequestrarono cinque grammi di cocaina in dosi, denaro, materiale per il confezionamento e sostanza da taglio nel corso di un servizio nato da  numerose segnalazioni dei cittadini. Dopo la convalida dell’arresto gli fu applicata la misura dell’obbligo di dimora in Ostuni con rientro e permanenza in casa tutti i giorni dalle 20 alle 07. Il pubblico ministero propose ricorso e questo, divenuto definitivo ha visto soccombente la difesa

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento