Fucili a canne mozze, cartucce e cocaina nel garage: due arresti

I carabinieri hanno sequestrato in un'abitazione di Tuturano quasi due chilogrammi di polvere bianca. Condotti in carcere il 44enne Filippo Minelli, proprietario dell'abitazione, e il 41enne Andrea Di Gioia

TUTURANO (Brindisi) – Quasi due chili di cocaina nascosti in una botola, due fucili a canne mozze e canne mozze. Questa la scoperta fatta dai carabinieri di Brindisi presso l’abitazione di un 44enne di Tuturano, Filippo Minelli. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato insieme al 41enne Andrea DI Gioia, di San Pietro Vernotico. L’operazione è scattata nel tardo pomeriggio di ieri (giovedì 12 dicembre).

- Di Gioia Andrea classe 1978-2 - Minelli Filippo classe 1975-2

I militari, insospettiti da un continuo via vai di persone nei pressi dell’abitazione di Minelli, hanno fermato i due indagati, subito dopo essere usciti da casa.  I due si trovavano a bordo di un’auto all’interno della quale è stato subito rinvenuto materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente. A quel punto i carabinieri hanno proceduto con un controllo più approfondito in casa. L’immobile è stato ispezionato con cura, fino a quando le forze dell’ordine non hanno trovato una botola nascosta sotto la pavimento del garage. Qui, suddivisi in vari involucri, di cui uno da un chilo, i carabinieri hanno trovato circa due chili di polvere bianca, oltre a materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione. 

Non solo. I militari hanno recuperato anche due fucili a canne mozze, resi ancor più micidiali dalle modifiche effettuate, perfettamente efficienti, oleati ed avvolti in un panno per preservarne la funzionalità. Minelli e Di Gioia, di concerto con il con di turno del tribunale di Brindisi, sono stati condotti presso la casa circondariale di Lecce, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, detenzione di arma da fuoco clandestina e detenzione illegale di munizioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Grave aggressione contro operatori del 118: danneggiata un'ambulanza

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento