Malore per Al Bano: prime cure a Bari, poi il ricovero al "Fazzi" di Lecce

Il cantante sarebbe stato colto da una lieve ischemia mentre rientrava da Porto Sant'Elpidio (Marche) in compagnia di un collaboratore

CELLINO SAN MARCO – Si sono vissuti nuovamente momenti di paura per Al Bano. Il cantante di Cellino San Marco ha accusato un malore la sera di domenica (19 marzo) mentre insieme a un suo collaboratore era di rientro da Porto Santo Elpidio. Lo stesso collaboratore, che si trovava alla guida dell’auto, si è accorto che l’artista si sentiva poco bene e aveva difficoltà a parlare. Per questo, su consiglio dei medici di Milano che si prendono cura di Albano, il cantante è stato trasportato presso il policlinico di Bari, che in quel momento era l’ospedale più vicino.

Da fonti ospedaliere è trapelato che il cellinese sarebbe stato colpito da una ischemia transitoria. Dopo gli accertamenti del caso, Al Bano è stato trasferito presso l'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove è ora ricoverato nella Stroke Unit, l' unità specializzata nella cura dell'ictus, all'interno del reparto di neurologia. "E' cosciente e sereno", hanno detto all'Ansa i sanitari che lo hanno in cura. 

Al Bano, pochi giorni prima di Natale, aveva subito un intervento chirurgico per problemi cardiaci. L’artista si riprese rapidamente. Tant’è che due mesi dopo si esibì sul palco del teatro Ariston di Sanremo. 

Intorno alle ore 14, l'Asl Lecce ha diramato un bollettino sulle condizioni di salute del cellinese.  "I medici in queste ore - si legge nella nota dell'azienda sanitaria - hanno valutato attentamente le condizioni del paziente e hanno proceduto ad una serie di esami di routine per definirne lo stato generale di salute, che viene costantemente monitorato. In ultimo, si è proceduto ad una Risonanza dell'encefalo". 

"Il paziente – fanno sapere il primario della Neurologia dr. Giorgio Trianni e il responsabile della Stroke Unit dr. Leonardo Barbarini - è sempre stato vigile, orientato e collaborante e ha conservato integre le funzioni cognitive. Nei prossimi tre giorni Al Bano resterà in osservazione nel reparto di Neurologia, dove gli è stato prescritto il massimo riposo. Tempo idoneo per rivalutare le sue condizioni e il decorso del malore, che al momento è in fase di netto miglioramento. Il cantante, sempre di buon umore, ha manifestato la volontà di riprendere prima possibile la sua attività canora". 

trianni-melli-frassanito-2-2

Il nuovo bollettino medico diramato alle 18 annuncia un miglioramento del quadro clinico. Al Bano Carrisi sta meglio ed è costantemente monitorato nella sua stanza al sesto piano dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Le sue condizioni sono in miglioramento e non destano particolari preoccupazioni ai medici che lo stanno curando da stanotte. Dopo le prime cure prestate nella Stroke Unit, unità specializzata nell’intervento sull’ischemia, il paziente nella tarda mattinata è stato sistemato in un’altra stanza, sempre all’interno del reparto di Neurologia. Ha lasciato, dunque, l’unità di terapia intensiva per il reparto ordinario di degenza, indice del decorso positivo del quadro clinico generale. Qui Al Bano potrà affrontare gli esami e terapie previste per i casi di lieve ischemia cerebrale nel riposo più assoluto, così come prescritto per i prossimi tre giorni dal primario della Neurologia dr. Giorgio Trianni e dal responsabile della Stroke Unit dr. Leonardo Barbarini.

«Il paziente – sottolinea il direttore generale Asl Lecce, Silvana Melli - è sempre stato vigile e collaborante, ha conservato integre le sue funzioni cognitive, compreso il suo ben noto spirito battagliero. Ha scelto di farsi ricoverare al “Fazzi” perché è una struttura presso la quale è già sotto controllo clinico, quindi in un contesto che gli è familiare ed è, peraltro, fornito di tutta la diagnostica necessaria».

Il terzo bollettino sarà diffuso domani 21 marzo 2017 alle ore 12 circa. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Incidenti stradali: raffica di condanne per “ponci” a Brindisi

    • Cronaca

      Licenziamenti dopo cambio di appalto: secondo giorno di protesta a Cerano

    • Cronaca

      Muore dopo dimissioni dal Pronto soccorso: i parenti chiedono chiarezza

    • Cronaca

      Parte laboratorio emotivo-corporeo nella casa circondariale di Brindisi

    I più letti della settimana

    • Giovane padre di famiglia muore all'improvviso: autorizzato l'espianto degli organi

    • Conflitto a fuoco fra benzinaio e malvivente: esplosi almeno sei colpi

    • Donna muore in ospedale dopo intervento chirurgico: presentata denuncia

    • Omicidi e armi, libero il pentito Bullone: chiede la riduzione della pena

    • Prosciugato il conto di due anziani di Cellino: arrestati nipote e direttore della Posta

    • Muore dopo dimissioni dal Pronto soccorso: i parenti chiedono chiarezza

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento