Consiglio: proclamati gli eletti

BRINDISI - E finalmente, a due mesi dal voto, è arrivata la proclamazione degli eletti in Consiglio comunale: 19 consiglieri alla maggioranza e 13 all'opposizione. Nella prima non ce l'ha fatta Francesco Cannalire (che però è entrato in giunta e dunque gli sarebbe subentrato Antonio Nozzi); al suo posto ci sarà invece Ferruccio Di Noi, di Sviluppo e Lavoro, il movimento di Giovanni Brigante. Dunque un consigliere in più all'opposizione.

Gli interessati in attesa

BRINDISI - E finalmente, a due mesi dal voto, è arrivata la proclamazione degli eletti in Consiglio comunale: 19 consiglieri alla maggioranza e 13 all'opposizione. Nella prima non ce l'ha fatta Francesco Cannalire (che però è entrato in giunta e dunque gli sarebbe subentrato Antonio Nozzi); al suo posto ci sarà invece Ferruccio Di Noi, di Sviluppo e Lavoro, il movimento di Giovanni Brigante. Dunque un consigliere in più all'opposizione.

Gli altri consiglieri sono, per la maggioranza: Giuseppe Miglietta (Api); Nicola Siccardi, Antonio Ferrari e Massimo Pagliara (Udc); Pasquale Luperti, Luciano Loiacono, Antonio Elefante, Antonio Monetti, Salvatore Brigante e Salvatore Valentino (PD); Francesco Renna e Luigi Sergi (Pri, con il primo che potrebbe dichiararsi indipendente per il mancato assessorato); Giampaolo D'Onofrio e Antonio Manfreda (per Impegno Sociale); Maurizio Colella e Antonio Giunta (Progettiamo Brindisi); Lucio Licchello, Enzo Ecclesie e Tony Muccio (Noi Centro).

Per l'opposizione: Antonio Pisanelli e Massimiliano Cursi (Futuro e Libertà); Cosimo Elmo, Pietro Guadalupi e Pietro Santoro (PDL); Giampiero Pennetta (Regione Salento); Ilario Pennetta (Brindisi avanti veloce); Massimiliano Oggiano (La Puglia prima di tutto) e i quattro candidati sindaci battuti Roberto Fusco, Giovanni Brigante, Riccardo Rossi e Mauro D'Attis.

Ai consiglieri entrati in giunta (Luperti, Giunta ed Ecclesie) subentreranno i primi dei non eletti delle rispettive liste. Il sindaco Mimmo Consales non è apparso preoccupato più di tanto per il consigliere in meno: «Non ho mai fatto conti e non li farò neanche in futuro. Andrò in aula forte delle mie idee e dei nostri progetti». Ci sarà dialogo con Impegno sociale, che non ha digerito l'esclusione dei suoi dalla giunta?