Consiglio: proclamati gli eletti

BRINDISI - E finalmente, a due mesi dal voto, è arrivata la proclamazione degli eletti in Consiglio comunale: 19 consiglieri alla maggioranza e 13 all'opposizione. Nella prima non ce l'ha fatta Francesco Cannalire (che però è entrato in giunta e dunque gli sarebbe subentrato Antonio Nozzi); al suo posto ci sarà invece Ferruccio Di Noi, di Sviluppo e Lavoro, il movimento di Giovanni Brigante. Dunque un consigliere in più all'opposizione.

Fabio Mollica 5 luglio 2012

BRINDISI - E finalmente, a due mesi dal voto, è arrivata la proclamazione degli eletti in Consiglio comunale: 19 consiglieri alla maggioranza e 13 all'opposizione. Nella prima non ce l'ha fatta Francesco Cannalire (che però è entrato in giunta e dunque gli sarebbe subentrato Antonio Nozzi); al suo posto ci sarà invece Ferruccio Di Noi, di Sviluppo e Lavoro, il movimento di Giovanni Brigante. Dunque un consigliere in più all'opposizione.

Gli altri consiglieri sono, per la maggioranza: Giuseppe Miglietta (Api); Nicola Siccardi, Antonio Ferrari e Massimo Pagliara (Udc); Pasquale Luperti, Luciano Loiacono, Antonio Elefante, Antonio Monetti, Salvatore Brigante e Salvatore Valentino (PD); Francesco Renna e Luigi Sergi (Pri, con il primo che potrebbe dichiararsi indipendente per il mancato assessorato); Giampaolo D'Onofrio e Antonio Manfreda (per Impegno Sociale); Maurizio Colella e Antonio Giunta (Progettiamo Brindisi); Lucio Licchello, Enzo Ecclesie e Tony Muccio (Noi Centro).

Per l'opposizione: Antonio Pisanelli e Massimiliano Cursi (Futuro e Libertà); Cosimo Elmo, Pietro Guadalupi e Pietro Santoro (PDL); Giampiero Pennetta (Regione Salento); Ilario Pennetta (Brindisi avanti veloce); Massimiliano Oggiano (La Puglia prima di tutto) e i quattro candidati sindaci battuti Roberto Fusco, Giovanni Brigante, Riccardo Rossi e Mauro D'Attis.

Ai consiglieri entrati in giunta (Luperti, Giunta ed Ecclesie) subentreranno i primi dei non eletti delle rispettive liste. Il sindaco Mimmo Consales non è apparso preoccupato più di tanto per il consigliere in meno: «Non ho mai fatto conti e non li farò neanche in futuro. Andrò in aula forte delle mie idee e dei nostri progetti». Ci sarà dialogo con Impegno sociale, che non ha digerito l'esclusione dei suoi dalla giunta?

«Dialogherò con tutti, ma spero che Impegno sociale non voglia parlare solo delle nomine». Il Consiglio si riunirà per la prima volta la mattina del 19 luglio, per eleggere il presidente del Consiglio (Luciano Loiacono del PD) e discutere le linee programmatiche del primo cittadino.

Consales
consiglio comunale

Commenti