Contrabbando: maresciallo assolto e risarcito

BRINDISI - Fu arrestato ingiustamente per due settimane e poi rimase un anno ai domiciliari: assolto definitivamente in Cassazione dopo 20 anni, un ex maresciallo dei carabinieri di Lecce, Medoro Giannone, di 59 anni, dovrà avere ora un indennizzo di 60 mila euro come risarcimento per i danni morali subiti.

Il tribunale e la procura di Lecce

BRINDISI - Fu arrestato ingiustamente per due settimane e poi rimase un anno ai domiciliari: assolto definitivamente in Cassazione dopo 20 anni, un ex maresciallo dei carabinieri di Lecce, Medoro Giannone, di 59 anni, dovrà avere ora un indennizzo di 60 mila euro come risarcimento per i danni morali subiti. Lo hanno deciso i giudici della seconda sezione penale della Corte d'Appello di Lecce.

I fatti risalgono all'aprile del 1997 quando il militare che era in servizio presso il comando provinciale dei carabinieri di Brindisi, venne arrestato con l'accusa di essersi appropriato di un ingente quantitativo di sigarette di contrabbando sequestrate durante un servizio di controllo e di avere falsificato gli atti relativi. La sua vicenda giudiziaria si è conclusa dopo vent'anni con un verdetto di assoluzione da parte dei giudici della Cassazione. In primo grado era stato assolto, in appello condannato a due anni e quattro mesi e con l'interdizione dai pubblici uffici, e infine assolto definitivamente dai giudici della Corte.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina: banditi tra la gente nella galleria Le Colonne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Dimostrazione gratuita di rianimazione cardiopolmonare con Albano Carrisi

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento