Consegna una dose di coca sotto gli occhi dei carabinieri: arrestato

Due arresti per droga da parte dei carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni nell’ambito di alcune attività tese proprio a contrastare lo spaccio

Foto di archivio

SAN VITO DEI NORMANNI - Due arresti per droga da parte dei carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni nell’ambito di alcune attività tese proprio a contrastare lo spaccio. A San Vito un 42enne è stato arrestato in flagranza di reato mentre a Latiano un 33enne è stato raggiunto da un ordine di carcerazione.

San Vito dei Normanni 

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni, diretti rispettivamente dal tenente Alberto Bruno e dal capitano Antonio Corvino, hanno Furone Francesco classe 1977-2arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il 42enne del luogo, Francesco Furone perché sorpreso a cedere una dose di cocaina a un 35enne, operatore in un centro di accoglienza del posto.

Lo scambio è avvenuto sotto gli occhi dei militari, nei pressi di un bar del posto: “Tra i due vi è stato un iniziale abbraccio e scambio di parole quindi il Furone si è allontanato pochi passi da questi chinandosi vicino ad un vaso di piante, posizionato lungo il muro perimetrale della piccola piazzetta antistante quell’esercizio pubblico, da dove ha prelevato qualcosa che ha consegnato al 35enne; quest’ultimo, a sua volta, ha fatto altrettanto”. Si legge in una nota dei carabinieri.

Insospettiti dal comportamento, i carabinieri hanno fermato e sottoposto a perquisizione Furone che ha consegnato spontaneamente un involucro trasparente contenente cocaina, per un peso complessivo di 0,60 grammi. Nel suo portafogli è stata rinvenuta la somma contante di 40 euro che è stata ritenuta provento di spaccio.

Il 35enne, anch’egli sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 0,30 grammi di cocaina, dichiarando di averla acquista poco prima da un soggetto all’esterno del locale per 40 euro. Su disposizione dell’Autorità giudiziaria, dopo le formalità di rito, Furone è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, mentre il 35enne è stato segnalato all’Autorità Amministrativa per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti.

Latiano

Di Potenza Crocifisso classe 1986-3A Latiano, invece, i carabinieri hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi – Ufficio esecuzioni, nei confronti di  Crocifisso Di Potenza, 33enne del luogo. L’uomo deve espiare la pena di 6 anni e 4 mesi di reclusione, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reati commessi a Latiano il 19 febbraio 2018, quando venne trovato in possesso di 3,240 chili di eroina.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Falsi amici: gli alimenti che mangi per dimagrire, invece fanno ingrassare

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla superstrada: camionista travolto e ucciso da un'auto

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Locali e attrezzature sporchi e ragnatele sulle pareti: chiuso panificio

  • Incidente al solito incrocio tra le provinciali: coinvolti due auto e un camion

  • Auto si ribalta sulla superstrada: illesi tre giovani brindisini

  • Botte a mamma, papà e sorella per avere soldi: arrestato un giovane

Torna su
BrindisiReport è in caricamento