Venti lavoratori in nero nella discoteca: multa da 37mila euro e sospensione attività

Controllo eseguito dai carabinieri della stazione di Ostuni, congiuntamente ai militari del Nucleo ispettorato del Lavoro di Brindisi

BRINDISI – Trovati venti lavoratori in nero in una discoteca del litorale nord del Brindisino: multato il titolare. Il controllo a carico del locale notturno è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Ostuni, congiuntamente ai militari del Nucleo ispettorato del Lavoro di Brindisi e del Nucleo antisofisticazione e sanità di Taranto, per contrastare il lavoro sommerso e verificare la sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro.

A seguito dell’accesso ispettivo e nel corso della verifica, sono stati identificati 20 dipendenti della struttura che erano impiegati “in nero”, si tratta di giovani, 19 dei quali originari della provincia di Brindisi.

Il titolare della struttura è stato sanzionato amministrativamente per un importo di 37.240 euro, con conseguente sospensione dell’attività sino alla regolarizzazione dei dipendenti. Nella circostanza è stata rilevata la mancata affissione della cartellonistica riportante i divieti di fumo e le tabelle relative ai tassi alcolemici e alla sicurezza stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

  • Coronavirus: primo caso positivo al test in Puglia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento