Controlli nel porto, trovati 130mila euro nascosti in un bus: sequestro e denuncia

Un cittadino albanese di 28 anni, l'autista del mezzo, è accusato di ricettazione

BRINDISI - Nell’ambito dell’attività di monitoraggio e vigilanza sulla circolazione transfrontaliera di valuta, i militari della compagnia della Guardia di Finanza di Brindisi, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane, presso l’area portuale del capoluogo, hanno sequestrato la somma contante di 130mila euro e denunciato un cittadino albanese per ricettazione. L’uomo, P.M. 28 anni, era alla guida di un autobus che stava per lasciare l’Italia.  

Foto.controllo.pullman-2

All’atto del controllo, l’agitazione ed il nervosismo inconsueto dell’uomo hanno convinto i finanzieri ed i doganieri a procedere ad un’accurata ricognizione del veicolo. In uno scompartimento nascosto è stata trovata la somma di 130mila, accuratamente suddivisa in banconote di diverso taglio.

“Il complessivo quadro indiziario è stato ritenuto idoneo ad ipotizzare, con ragionevole certezza, la provenienza illecita della somma individuata”. Si legge in una nota della Finanza.

“L’attività sopra descritta rientra tra le principali missioni istituzionali affidate alla Guardia di Finanza ed agli organi del controllo che operano all’interno dell’area portuale, nel più ampio contesto del contrasto ai fenomeni di riciclaggio, autoriciclaggio e reimpiego di proventi illeciti, che ledono il regolare funzionamento dell'economia legale e la libera concorrenza del mercato”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento