Coppia di fidanzati trovata con dosi di hascisc "pregiato": arrestati per spaccio

Erano in vacanza a Ostuni:  28 anni lui e 19 lei. Sorpresi dai poliziotti subito dopo aver ceduto la droga  

OSTUNI – Una coppia di fidanzati di Milano in vacanza a Ostuni, 28 anni lui e 19 lei, sono finiti agli arresti domiciliari perché sorpresi dai poliziotti del locale commissariato con dosi di doga. Si tratta di Francesco Colapinto e Giada Gambazza, sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’ambito dell’attività i poliziotti hanno sequestrato 28 grammi di hashish suddivisi in dosi, denaro e bilancino di precisione.

L’arresto risale a lunedì scorso. Gli agenti del commissariato di Ostuni sono stati attratti da due individui che confabulavano in modo sospetto davanti all’uscio di un’abitazione. Il modo in cui i due si sono congedati l’uno dall’altra ha indotto i poliziotti a pensare che si era appena consumata una cessione di droga. Da qui il controllo a carico dei due uomini e di conseguenza nell’abitazione sospetta al cui interno c’era la compagna di uno dei due fermati poco prima. I tre si sono dimostrati visibilmente agitati ed insofferenti tanto da convincere i poliziotti a eseguire una perquisizione.

sequestro droga ostuni1-2

Su un comodino vicino al letto matrimoniale c’erano dosi di hashish del peso di 26,50 grammi, un bilancino elettronico di precisione e una banconota da 20 euro ricevuta dalla coppia degli arrestati in cambio della cessione di 1 grammo e mezzo sempre di hashish all’acquirente che era sull’uscio assieme al pusher al momento dell’arrivo della polizia.

Dalle analisi tecniche è emerso che si trattava di hashish della famiglia del “bourbouka”, tipologia di hashish di lavorazione manuale marocchina, tra i più pregiati in commercio.   Su disposizione del pubblico ministero di turno, Giusepep De Nozza, i due sono stati arrestati e posti ai domiciliari.

I servizi di controllo del territorio di pertinenza da parte del Commissariato di pubblica sicurezza di Ostuni, proseguiranno nei prossimi giorni nell’ottica della sicurezza generale e sulla base di  sempre più auspicate forme di collaborazione da parte della collettività tutta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, App di un brindisino emigrato a Londra dopo la laurea

  • Scontro fra auto e bici: muore infermiera, un arresto per omicidio stradale

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Ospedale Perrino, l'oncologa Palma Fedele premiata per empatia con le pazienti

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento