A lezioni di speleologia tra aula, pareti rocciose e abissi carsici

Organizzato dal Geos di Ostuni con la collaborazione di altri gruppi speleo pugliesi e docenti universitari

OSTUNI - Si è concluso con risultati soddisfacenti il corso di speleologia di primo livello organizzato dal gruppo Speleologico Geos di Ostuni e dalla scuola di speleologia Città di Ostuni. Il corso ha avuto inizio il 4 giugno e si è sviluppato in undici lezioni teoriche e cinque escursioni in esterna. Le lezioni  hanno dato agli allievi la possibilità di approfondire alcuni tra gli elementi essenziali da conoscere per chi vuole affrontare con successo e consapevolezza la progressione e lo studio delle straordinarie bellezze carsiche.

Gli argomenti trattati nelle lezioni sono stati: Storia della speleologia, Materiali e attrezzatura personale, Tecniche di  progressione, Elementi di geologia e carsismo, Topografia e cartografia, Vita animale e vegetale nelle grotte, Frequentazione umana delle grotte, Speleologia urbana, Inquinamento e tutela delle grotte, Prevenzione degli incidenti.

Oltre agli istruttori del Geos hanno tenuto alcune lezioni anche il prof. Donato Coppola (direttore del Museo di Ostuni), Il prof. Mario Parise (docente alla Facoltà di Geologia di Bari), Il dott. Sergio Chiaffarata (storico e ricercatore), il prof. Giuseppe Mastronuzzi (docente alla Facoltà di Geologia di Bari). Alle esercitazioni hanno collaborato istruttori delle scuole di speleologia di Altamura (Gruppo Cars), Lecce (Gruppo N’dronico), Ruvo (Gruppo Gsr), Castellana Grotte (Gruppo Gpg).

Le esercitazioni pratiche si sono tenute in varie località dei territori pugliese e lucano ed in alcune delle più interessanti cavità carsiche: la grave di Palesi (Martina Franca), l’inghiottitoio di Monte Castel Pagano (Cisternino), la grotta di Castel di Lepre (Marsico Nuovo - Potenza) mentre le pareti per le esercitazioni esterne sono state quelle di Monte Morrone ad Ostuni.

Il direttore della scuola di speleologia Città di Ostuni, Franco Alò, dice: “Il corso ha raggiunto ampiamente tutti gli obiettivi prefissati, andando anche oltre le aspettative previste, e il merito è stato avere a disposizione ottimi ed attenti corsisti ben guidati da uno staff di istruttori di livello eccellente.

I ragazzi oltre ad aver acquisito completamente le tecniche di progressione hanno iniziato a conoscere direttamente diverse tipologie di cavità carsiche divertendosi e trascorrendo dei momenti di condivisione e collaborazione reciproca. Inoltre la partecipazione di istruttori di diverse scuole di speleologia è stata ben coordinata e proficua”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabato 7 luglio ci sarà inoltre una giornata di festa di fine corso, che si svolgerà presso la Casa del mare il località Fiume Morelli ad Ostuni con inizio alle ore 17.30. La giornata prevede: Un momento di approfondimento dal tema: “Il sistema dunale e genesi e struttura delle lame ” che condurrà il prof. Giuseppe Mastronuzzi,  al termine del quale ci sarà la cerimonia di consegna degli attestati ai corsisti ed infine l’immancabile momento conviviale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Sversavano tonnellate di veleni: Brindisi come la "Terra dei Fuochi"

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento