Crociere, welcome ai turisti: 224mila euro per accoglienza e infopoint

Dal Comune 70mila euro, per tre mesi resta l’associazione Le Colonne. Dall’Autorità portuale 154mila, 39mila per navetta

BRINDISI – Welcome ai crocieristi, dal prossimo primo maggio a Brindisi per 44 volte sino alla fine del 2019. Per il benvenuto in termini di accoglienza, informazione e promozione, il Comune di Brindisi e l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale hanno firmato un accordo che prevede un investimento di 224mila euro: 70mila a carico dell’Amministrazione cittadino, 154mila dall’Ente portuale.

Msc Musica viaggio inaugurale 3-2

L’accordo

L’intesa è stata raggiunta seguendo il percorso “intrapreso da tempo” per la promozione di “iniziative atte a favorire la crescita del tessuto economico del territorio e a consolidarne la dimensione turistica”. Spiegano in questi termini l’accordo a Palazzo di città, dove la Giunta lo scorso 16 aprile ha approvato la sottoscrizione dello schema di cooperazione, partendo dalle relazione del dirigente del settore Turismo, Angelo Roma. Di turismo e più in generale di cultura si occupa il sindaco Riccardo Rossi in prima persona. Per la cronaca, va detto che a quella riunione erano assenti gli assessori Dino Borri, titolare della delega all’Urbanistica, non proprio in linea con l’indirizzo politico sullo sviluppo del porto, deliberato dal Consiglio comunale; Elena Tiziana Brigante, vice sindaco con delega ai Lavori pubblici, e Roberto Covolo alla Programmazione economica.

La finalità

Assenti a parte, l’esecutivo ha condiviso la necessità di intercettare il flusso dei visitatori attesi a Brindisi durante la stagione delle crociere, partendo dalla valorizzazione delle “aree a ridosso del waterfront” attraverso “strategie di marketing territoriale, con particolare riguardo alle iniziative che maggiormente caratterizzano il periodo estivo”.

“Il traffico crocieristico, in constante e notevole incremento, riveste un fondamentale ruolo strutturante nei confronti del sistema economico dell’area circostante”, si legge nella relazione approvata dagli assessori. “Genera una serie di effetti, diretti e indiretti, capaci di promuovere lo sviluppo di molteplici attività economiche tipicamente portuali e di altre attività cosiddette port related, ad esse funzionalmente collegate”.

Il programma di approdi crocieristici prevede 44 toccate per il periodo compreso tra maggio e dicembre 2019. La Msc crociere colosso del mercato, ha individuato “Brindisi come homeport”, con una previsione di traffico “non inferiore ai centomila passeggeri in transito durante tutta la stagione”: nave di punta sarà la Musica, attesa ogni settimana.

Accanto agli scali dei colossi Msc, ci saranno compagnie che approderanno a Brindisi per la prima volta e “altre che effettueranno uno spot test, rappresentando un segnale positivo nel consolidamento del valore turistico della città”.

Msc Musica viaggio inaugurale-2

Gli interventi e gli importi

L’accordo di cooperazione, quindi, prevede la “realizzazione integrata di servizi di potenziamento dell’accoglienza turistica e la promozione e valorizzazione del binomio città-porto”, attraverso azioni e strumenti condivisi.

A carico del Comune è stato previsto un intervento finanziario pari a 70mila euro: seimila euro saranno destinati all’ampliamento del collegamento tra la città e Costa Morena, dove è previsto l’attracco delle navi, via Spalato e il Terminal; 64mila per le attività di accoglienza. In questo caso, l’Amministrazione, così come deliberato il 4 marzo scorso, bandirà una procedura di evidenza pubblica per affidare il servizio di valorizzazione, qualificazione dell’immagine, promozione e ottimizzazione delle condizioni di accesso dei beni monumentali della città. Fino a quando non ci sarà il bando e comunque per i prossimi tre mesi, è stata disposta una proroga della convenzione con l’associazione Le Colonne arte antica e contemporanea.

L’intervento a carico dell’Autorità portuale ammonta a 154mila euro: 40mila saranno destinati all’allestimento di un infopoint, quale punto informatico permanente nel rispetto delle caratteristiche di quelli aderenti alla rete regionale, incluso il layout grafico, le insegne esterne e l’insieme degli elementi di arredo e tecnologici in accordo con il brand we are in puglia; altri 40mila euro saranno destinati al servizio di coordinamento e gestione di un infopoint, in maniera conforme agli standard di qualità previsti dalle linee guida relative al coordinamento e alla qualificazione del sistema dell’accoglienza turistica locale, attraverso la rete regionale degli uffici di informazione e accoglienza turistica dei comuni.

La somma di 39mila euro sarà trasferita al Comune, a titolo di contributo per l’attivazione e il coordinamento della linea di bus navetta per i passeggeri. Il collegamento “sarà curato direttamente dall’Amministrazione”. L’importo di 35mila euro è stato previsto a titolo di contributo per la realizzazione delle attività di animazione e valorizzazione territoriali, a favore di istituzioni e associazioni presenti sul territorio, con particolare riferimento a “eventi storici e consolidati per Brindisi” e “comunque di notevole impatto turistico e promozionale”. Anche in questo caso la somma dovrebbe versata al Comune.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento