“Cyber Security”: ecco come partecipare al master organizzato dal "Giorgi"

Lo short master è stato presentato alla stampa questa mattina alle 11.30 nell'Aula Magna dell'istituto Giorgi, alla presenza degli studenti delle quinte classi ad indirizzo Informatica

Il tavolo dei relatori

BRINDISI - È stato presentato questa mattina lo short master in “Cyber Security”, un master della durata di cento ore organizzato dall’I.T.T. “Giorgi” di Brindisi, dal Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari e dal gruppo industriale Omnitech It di Roma. Lo short master è stato presentato alla stampa questa mattina alle 11.30 nell’Aula Magna dell’istituto Giorgi, alla presenza degli studenti delle quinte classi ad indirizzo Informatica. Ospiti della conferenza di presentazione sono stati il sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, il rettore dell’Università di Bari, Antonio Felice Uricchio, il coordinatore dello short master, il professor Danilo Caivano del Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari e l’amministratore delegato del gruppo industriale Omnitech It, Roberto Mignemi. Ad introdurre la conferenza di presentazione, la dirigente scolastica del “Giorgi”, Maria Luisa Sardelli.

Gli studenti del Giorgi-2

“Il tema della Cyber Security è uno dei temi forti dello sviluppo prossimo futuro”, afferma Antonio Felice Uricchio, rettore dell’Università di Bari, ai giornalisti, prima dell’inizio dell’incontro, “ci coinvolge tutti perché la rete presenta opportunità e insidie. Abbiamo voluto, attraverso questo percorso di alta specializzazione sviluppare anche un’iniziativa sulla sede di Brindisi. Una sede importante che il nostro ateneo vuole promuovere e rilanciare, in stretta sinergia con il territorio, con le imprese, guardando anche a quelle competenze che possono nel futuro trovare anche sbocchi occupazionali”. Uricchio prosegue quindi affermando: “E questo è un settore che presenta una grande domanda da parte degli operatori e in particolare delle imprese, della pubblica amministrazione, e che richiede le competenze altamente specialistiche. Ecco perché abbiamo voluto promuovere l’istituzione di questo Master e farlo soprattutto con la collaborazione forte del sistema produttivo, del mondo formativo e del territorio”.

La preside del Giorgi, Maria Luisa Sardelli-2

“L’idea nasce a maggio, quando Danilo Caivano ci ha proposto l’attivazione di questo master con la Omnitech”, spiega Maria Luisa Sardelli, che ha sottolineato come spesso l’incontro tra scuola e università  non sia semplice: “Mondo della scuola, mondo dell’università e poi ci mettiamo anche un’azienda di informatica, la Omnitech appunto, che si incontrano. Spesso sono mondi che vanno in parallelo”, prosegue la dirigente scolastica, “questo è il momento della sintesi e noi come scuola ci sentiamo mediatori, ci mettiamo in mezzo, siamo dentro, siamo partecipi”. La preside del “Giorgi” ricorda inoltre i due obiettivi del suo istituto: far iscrivere gli studenti all’università o laddove non dovessero volere, inserirli nel mondo delle aziende.

Angela Carluccio e Roberto Mignemi-3

La parola è passata poi al professor Danilo Caivano del Dipartimento di Informatica dell’Università di Bari. Caivano, coordinatore del master ed ex alunno del Giorgi,  ha illustrato l’iniziativa, sia dal punto di vista delle tematiche che della struttura ed ha spiegato che il percorso ha la durata di cento ore di formazione alle quali seguirà un periodo di stage “che si concluderà, per coloro che si saranno distinti durante il percorso, con l’assunzione”.

“Questo percorso si rivolge prioritariamente a laureati e in subordine a diplomati”, afferma Caivano, “in assenza di domande che giungeranno da laureati si procederà alla selezione di diplomati con esperienza Questo un po’ per i vincoli che impone il regolamento degli short master universitari, sia a livello ministeriale sia a livello locale”. Caivano ha quindi specificato che i diplomati devono provenire da istituti tecnici con specializzazione informatica o telecomunicazioni.

Il professore ha proseguito evidenziando come oggi il problema della sicurezza informatica ci tocchi da vicino e sia un problema che va affrontato a 360 gradi. Conclude esponendo le tematiche che saranno affrontate nello short master: dalle problematiche classiche della sicurezza in rete alla sicurezza applicativa in ambito Desktop e in ambito Mobile.

Dopo l’intervento del rettore dell’università di Bari, Antonio Felice Uricchio, che ha parlato dell’impegno dell’istituzione universitaria barese sul territorio brindisino, la parola è passata al sindaco di Brindisi, Angela Carluccio, che ha sottolineato come il corso darà l’occasione di formare dei tecnici di alta formazione in un campo come quello della cyber security che è di grande interesse ed attualità tanto per i privati quanto per le aziende e le pubbliche amministrazioni. Infine, ultimo relatore è stato il dottor Roberto Mignemi, amministratore delegato di Omnitech It, che ha illustrato le caratteristiche dell’azienda, il suo fatturato e le attività che si svolgono al suo interno.

La scadenza del bando per iscriversi allo short master in Cyber Security è stata fissata per il 24 febbraio. Le selezioni si terranno il 27-28 febbraio, mentre l’avvio delle lezioni è stato fissato per il 9 marzo 2017. Costi di iscrizione: euro 800 + euro 74,13 per contributi e imposta di bollo.

Il corso è organizzato in sette moduli formativi, ognuno dei quali prevede sia lezioni frontali che attività di esercitazione e laboratorio supervisionate per complessive 100 ore di attività. In uscita dal master, ai corsisti che si saranno distinti durante il percorso, sarà offerta la possibilità di svolgere uno stage aziendale di massimo 300 ore presso una delle sedi del gruppo OmnitechIt , in Italia o all’estero.  

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Frattura il naso e lo zigomo alla fidanzata, soccorsa da automobilista

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

  • Brindisi Multiservizi: ecco la graduatoria degli idonei all'assunzione

Torna su
BrindisiReport è in caricamento