Da Cellino al Nord, sulla via della coca

PADOVA - Emigrato al nord da alcuni anni, e a quanto pare con una attività principale, quella di trafficare in droga. Si tratta di Salvatore Arseni, 38 anni, di Cellino San Marco. In galera nel 2004 (esattamente nell'ottobre di quell'anno il giorno della cattura) con due compaesani ed un complice di Novoli, intercettato da uomini delle Squadre mobili di Bologna e Padova mentre trasportava un grosso quantitativo di cocaina, e ai domiciliari invece oggi nell'ambito dell'operazione Persicus condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Padova contro un gruppo di narcotrafficanti di cui faceva parte anche il figlio di un ex luogotenente di Felice Maniero, il capo della mafia del Brenta.