Denuncia per lesioni e violenza privata comandante dei vigili urbani

I carabinieri della stazione di Francavilla Fontana hanno ricevuto da una donna del posto di 39 anni formale denuncia querela contro il comandante protempore della polizia municipale di Oria per lesioni personali e violenza privata

I carabinieri della stazione di Francavilla Fontana hanno ricevuto da una donna del posto di 39 anni formale denuncia querela contro il comandante protempore della polizia municipale di Oria per lesioni personali e violenza privata. La querelante si è fatta medicare presso l'ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana, dove le è stato riscontrato un trauma contusivo con ferita escoriata all'avambraccio sinistro, con prognosi di cinque giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo la persona che ha sporto la denuncia, nel corso della contestazione di una violazione al codice della strada, il 3 maggio ad Oria, il comandante dei vigili l'avrebbe strattonata e avrebbe anche schiaffeggiato la sorella, presente al momento dei fatti. Quest'ultima si è riservata di sporgere a sua volta querela. Saranno i carabinieri ora a stabilire la dinamica della vicenda e le eventuali responsabilità penali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento