Residuo di pena ed evasione, scattano due arresti

Fasanese in carcere per quattro giorni, brindisino ai domiciliari trovato nell'androne del condominio. A Francavilla Fontana passante mette in fuga scippatore

Deve scontare quattro giorni di carcere: arrestato dopo 10 anni

FASANO – La parte più consistente della condanna, due anni e due mesi, gli era stata cassata da uno degli indulti intervenuti nel tempo. Ma gli restavano fuori dalla copertura dello “svuota carceri” ancora quattro giorni di detenzione da scontare. Considerando poi che Giampiero Schiavone, oggi 48enne, da Fasano si era trasferito in Belgio non appena la condanna era andata in giudicato, nel lontano 2009, nessuno pensava più a quel residuo di pena rimasto in sospeso.

Forse neppure Schiavone, che nei giorni scorsi era tornato nella sua città. Ma i carabinieri del Nor di Fasano avevano in carico ancora l’ordine di carcerazione, e sono andati a cercare l’interessato a casa più volte. Alla fine Giampiero Schiavone si è convinto a chiudere i conti con la giustizia, data anche la loro residua lieve entità, e si è presentato in caserma, per essere poi trasferito in carcere con giusto qualche ricambio di biancheria. Era stato arrestato il 3 settembre del 2004 per detenzione di 50 grammi di eroina.

Detenuto ai domiciliari trovato nell’androne del condominio

BRINDISI – Se sei ai domiciliari, senza autorizzazione del magistrato non puoi varcare la soglia di casa. Ne sa qualcosa il brindisino Antimo Cesaria di 64 anni, che è stato sorpreso nell’androne del condominio dove vive dai carabinieri della stazione del quartiere Casale, nel corso di un controllo di routine sulle persone sottoposte a misure alternative al carcere.

Non si è potuto appurare se Cesaria stesse per uscire o fosse appena rientrato, perché non vi è prova di ciò. Ma è stato sufficiente, per arrestarlo in flagranza di evasione, che fosse fuori dal suo appartamento. Su disposizione del pm di turno, Cesaria (detenuto per reati in materia di stupefacenti) è stato riassegnato alla detenzione domiciliare.

Passante mette in fuga scippatore dopo aggressione a una donna

FRANCAVILLA FONTANA – E’ stato ricevuto, ed elogiato, presso il comando provinciale dei Carabinieri di Brindisi, il cittadino di Francavilla Fontana che sabato scorso è intervenuto per impedire che uno scippatore fuggisse con la borsa della vittima, una donna di 57 anni, aggredita e trascinata a terra. Dopo una breve colluttazione, l’autore dello scippo è fuggito mollando la refurtiva. La vittima nella caduta ha riportato per fortuna solo lesioni lievi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

  • Nuova allerta arancione per lo scirocco nella giornata di mercoledì

  • Lite fra vicini sfocia nel sangue: uomo preso a sprangate in testa

Torna su
BrindisiReport è in caricamento