Assalto in gioielleria: ferita la titolare, arrestati due giovani di Brindisi

In manette a Nardò i brindisini Daniel Altavilla, 18 anni, e Francesco Margherito, 21. Il primo ha ferito la titolare dell'oreficeria strappandole un orecchino di diamante del valore di cinquemila euro

NARDO' - Voleva a tutti i costi che la titolare, 53enne, aprisse la cassaforte. Così l’ha afferrata per il collo, con violenza, da dietro, dopo aver fatto irruzione nella gioielleria Amplo Renna nel pieno centro di Nardò, in corso Galliano. Ma i piani sono saltati all’improvviso, quando ha avvertito il trambusto alle sue spalle e ha intuito che era meglio filarsela. Forse la rabbia, unita alla necessità di non fuggire a mani nude, l’ha però spinto a un gesto estremo: ha spostato la mano verso il lobo della donna e ha tirato, strappandole, letteralmente, un orecchino con diamanti.

L'assalto

Altavilla Daniel Russia 12.11.1999-2Di passi, però, con quel bottino improvvisato, lasciandosi la malcapitata dolorante alle spalle, ne ha fatti pochi. E’ stato acciuffato dai poliziotti, che erano già nei pressi del negozio. Lui, un 18enne di Brindisi, Daniel Altavilla, è così finito in arresto per rapina aggravata in concorso. Il complice, un 21enne, Francesco Margherito, anch’egli brindisino e che fungeva da “palo”, è stato a sua volta bloccato sulla moto di grossa cilindrata usata per raggiungere Nardò e che avrebbe dovuto garantire a entrambi una fuga agevole. Ai due è contestata anche la ricettazione della moto, risultata rubata a San Vito dei Normanni, in località  Apani.

L'acume di un agente fuori servizio

E’ stata, dunque, una mattinata molto movimentata, quella di oggi. E se i due rapinatori sono finiti nel giro di pochi minuti direttamente negli uffici del commissariato, poco dopo le 10,30, si deve soprattutto all'occhio lungo di un agente di polizia fuori servizio. Che è stato attirato dalla moto all’esterno e dell’atteggiamento dei due giovani, vedendone uno scendere e indirizzarsi nel negozio e l’altro attendere in sella, al posto di guida. 

L'arresto

Margherito Francesco brindisi 07.09.1996-2Così, ha continuato a osservare la scena a distanza, chiamando nel frattempo la sala operativa. La quale ha mandato la pattuglia della squadra di polizia giudiziaria più vicina alla zona. Ed è stato un istante. Appena arrivati sul posto, i poliziotti hanno visto il 18enne uscire di corsa a piedi e girare verso via Genova, per essere però subito bloccato. Il complice, 21enne, infatti, era stato a sua volta fermato qualche istante prima.  

Questo è quanto ricostruito nei primi momenti, ma vi sono diversi aspetti ancora da chiarire.

La 53enne, fra l’altro, è stata ovviamente accompagnata in ospedale, dopo la ferita all’orecchio. Ha riportato una lesione alla spalla sinistra, con ferite giudicate guaribili in dieci giorni. Non sarebbero state ritrovate armi. Il 18enne aveva già alcuni precedenti ed era forse un po’ più scafato, rispetto al complice.

Sul posto poco dopo si sono recati anche i carabinieri. DSC_4033-2Nel corso del sopralluogo di polizia gli agenti hanno trovato anche il diamantino sottratto alla proprietaria dal rapinatore del valore di circa cinquemila euro. I due brindisini sono ristretti in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento