Equitalia paga l'hotel dopo 11 mesi

BRINDISI - Equitalia è sempre pronta a rincorrere gli italiani che non hanno pagato tasse e balzelli vari, ma anche lei a volte ci mette un bel po’ per saldare i suoi debiti. I titolari dell’Hotel Nettuno di Brindisi sono in attesa, da quasi undici mesi, del saldo di 270 euro per spese di soggiorno effettuate da due dipendenti dell’azienda che hanno usufruito di camera e colazione per tre pernottamenti a partire dal 18 luglio 2011.

L' Hotel Nettuno di Brindisi

BRINDISI - Equitalia è sempre pronta a rincorrere gli italiani che non hanno pagato tasse e balzelli vari, ma anche lei a volte ci mette un bel po’ per saldare i suoi debiti. I titolari dell’Hotel Nettuno di Brindisi sono in attesa, da quasi undici mesi, del saldo di 270 euro per spese di soggiorno effettuate da due dipendenti dell’azienda che hanno usufruito di camera e colazione per tre pernottamenti a partire dal 18 luglio 2011.

Le fatture, emesse nei confronti di Equitalia Etr Spa di Cosenza, ad oggi e dopo ripetuti solleciti, non risultano ancora pagate. Fin qui tutto bene: se gli italiani non pagano le tasse, è comprensibile che anche Equitalia possa avere qualche ritardo nei pagamenti dei fornitori. Ma quello che più ha fatto arrabbiare i titolari dell’hotel, è stata l’email ricevuta oggi, con cui la Responsabile risorse umane e relazioni industriali di “Equitalia Sud spa”, per poter eseguire il pagamento chiede all’Hotel Nettuno di fornire il codice Iban (peraltro già inviato in due precedenti note) e addirittura il Durc.

Il Durc, per chi non lo sapesse, è il documento con cui l’Inps attesta il regolare versamento dei contributi previdenziali. Lo chiedono gli enti pubblici a tutte le aziende fornitrici. A che titolo lo chieda Equitalia per la prenotazione di due camere d’albergo, e per quale motivo questa richiesta sia arrivata solo a undici mesi dai pernottamenti, è difficile comprenderlo. E chissà se al Nettuno ora potranno applicare ad Equitalia gli stessi interessi di mora che quest’ultima impone (nel pieno rispetto della legge italiana!) a tutti i cittadini in difetto col fisco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

  • Maxi carico di droga al largo di Brindisi: arrestato uno scafista

  • “Bomba, se esplode città in sicurezza”. Scuole chiuse sabato e lunedì

Torna su
BrindisiReport è in caricamento