Sasso di eroina nella borsa, cocaina nel calzino: arrestati tre ragazzi di Brindisi

Fermati dai carabinieri per un controllo in via Arturo Martini: Francesco Soliberto, 31 anni, Valentina Vantaggiato e Rebecca Cantoro, entrambe 29 anni, tutti ai domiciliari. Trovati anche grammi di hashish e marijuana

 BRINDISI - Un "sasso" di eroina nella borsa, 54 dosi di cocaina nel calzino, più grammi di hashish e marijuana: con l'accusa di spaccio di droga sono stati arrestati dai carabinieri Francesco Soliberto, 31 anni, Valentina Vantaggiato 29 anni e Rebecca Cantoro, stessa età, tutti di Brindisi. Sono ai domiciliari da ieri, in attesa dell'udienza di convalida.

SOLIBERTO Francesco-2I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno fermato la Lancia Y a bordo della quale viaggiavano i tre i via Arturo Martini, al rione Sant'Elia:  nel corso del controllo  sono stati trovati subito 1,5 grammi di marijuana e 0,5 di hashish, nonché  220 euro. La successiva perquisizione personale ha portato alla scoperta  di 6,16 grammi di eroina nella borsa di Valentina Vantaggiato, mentre nella disponibilità di  Rebecca Cantoro 17,4 grammi di cocaina, già suddivisa in 54 dosi. La droga è stata posta sotto sequestro.

CANTORO Rebecca-2VANTAGGIATO Valentina-2Soliberto è stato il primo a essere controllato perché sorvegliato speciale  con obbligo di soggiorno.

E' stato lo stesso brindisino a consegnare spontaneamente una dose di hashish e una di marijuana. I due carabinieri, insospettiti dall'insolita collaborazione, hanno deciso di approfondire il controllo in caserma estendendolo anche al veicolo e alle due ragazze.

Le perquisizioni delle donne sono state eseguite in  la collaborazione con personale femminile della Sezione Volanti della Questura di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Brindisi: al Perrino impiantato nuovo neurostimolatore in paziente affetto da Parkinson

Torna su
BrindisiReport è in caricamento