Francavilla Fontana: falsa causa per trarre profitti. Condannato avvocato

I fatti sono avvenuti dal 2005 al 2013, quando è stato scoperto

FRANCAVILLA FONTANA – Aveva “fabbricato” un falso processo per intascare il denaro del cliente. Per questo un avvocato civilista, con studio a Francavilla Fontana, è stato condannato dalla sezione penale del Tribunale di Brindisi, con sentenza a firma del giudice Ambrogio Colombo, ad un anno e quattro mesi di reclusione, nonché al pagamento di 15 mila euro quale risarcimento danni più le spese processuali, per il reato di falso in atto pubblico e per truffa aggravata, reati uniti sotto il vincolo della continuazione.

Pena sospesa subordinata al pagamento della provvisionale entro 60 giorni dal passaggio in giudicato della sentenza. Assolto, invece, perché il fatto non sussiste dagli stessi reati di falso materiale e truffa in ordine all'accusa di formazione di un falso verbale di udienza.

I fatti risalgono al marzo 2005 ma protratti fino al 2013 (quando è stato scoperto) periodo nel quale era stato conferito mandato al legale, di promuovere azione giudiziaria nei confronti di due istituti bancari, per conto di un’azienda in liquidazione che commercializzava prodotti surgelati. Cosa mai avvenuta nella realtà ma che il condannato aveva fatto credere con “artifizi e raggiri” consistiti, appunto, nel dichiarare falsamente che la causa era stata avviata presso il tribunale di Brindisi, grazie all’esibizione e alla consegna al cliente di atti e provvedimenti falsi.

Al legale rappresentante dell’azienda, peraltro, erano state fornite rassicurazione sul buon esito della causa civile. Per il suo lavoro, l’avvocato aveva ricevuto circa tre mila euro quale compenso  e spese di causa ed altre somme di denaro per aver compiuto atti sempre diretti al procedimento mai avvenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento