Flash/ Rosa Marina, preso aggressore

OSTUNI – E' stato individuato all'alba l'aggressore del 17enne barese (Francesco A.) ferito a colpi di portaghiaccio alla testa, fino ad essere ridotto in fin di vita, sulla spiaggia di Rosa Marina. A 48 ore di distanza dalla feroce aggressione avvenuta nei pressi del lido Rodos, gli investigatori della Squadra di polizia giudiziaria - anticrimine del Commissariato di Ostuni, hanno individuato, localizzato e denunciato il responsabile del ferimento del minore dopo una serrata caccia all'uomo. Insieme con lui sono state denunciate anche altre persone, ritenute, a vario titolo, responsabili di altri reati.

Il commissariato di Ostuni

OSTUNI – E' stato individuato all'alba l'aggressore del 17enne barese (Francesco A.) ferito a colpi di portaghiaccio alla testa, fino ad essere ridotto in fin di vita, sulla spiaggia di Rosa Marina. A 48 ore di distanza dalla feroce aggressione avvenuta nei pressi del lido Rodos, gli investigatori della Squadra di polizia giudiziaria - anticrimine del Commissariato di Ostuni, hanno individuato, localizzato e denunciato il responsabile del ferimento del minore dopo una serrata caccia all'uomo. Insieme con lui sono state denunciate anche altre persone, ritenute, a vario titolo, responsabili di altri reati.

"Si comunica che all'alba di oggi 13 agosto 2011, gli investigatori della squadra di polizia giudiziaria - anticrimine del Commissariato di Ostuni, all'esito di complesse e laboriose indagini avviate con tempestività nella giornata dell'11 - informa infatti una nota della polizia - hanno individuato, localizzato e bloccato il responsabile del ferimento del minore A.F. (tuttora in prognosi riservata), risolvendo il caso. Come si ricorderà, quest'ultimo era rimasto gravemente ferito al capo,  nelle prime ore di avant'ieri, all'interno del comprensorio Rosa Marina di Ostuni" .

I dettagli relativi alla dinamica dei fatti, che gli investigatori definiscono raccapriccianti, "così come ricostruiti a seguito delle rapidissime indagini", saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il dirigente del commissariato di Ostuni,  Francesco Angiuli, terrà  alle ore 10,30 di oggi.  "Nella circostanza saranno anche mostrati vari reperti sequestrati nel corso delle indagini, ivi compreso il corpo contundente utilizzato per ridurre in fin di vita il povero minore. Denunciate anche altre persone, ritenute, a vario titolo, responsabili di altri reati commessi nel corso dell'attività in questione".

Secondo quanto noto sino ad ora, era l'una di giovedì quando il 17enne che versa ancora in prognosi riservata sarebbe stato colpito al volto con un portaghiaccio che gli ha fratturato il cranio. Avrebbe dovuto essere una allegra serata con due coetanei al lido Rodos, dove in spiaggia era in corso un evento con ingresso libero, ma per i tre amici minorenni tutti di Bari ha rischiato di trasformarsi in tragedia.

La vittima, si sarebbe ribellata ad un gruppetto di quattro o cinque ragazzi che si divertivano a bersagliare lui, un suo amico coetaneo e la sua fidanzata, lanciando loro contro dei cubetti di ghiaccio. Non ha avuto nemmeno il tempo di chiedere al gruppo di smetterla, che uno dei soggetti lo ha aggredito ferocemente. Il 17enne è ricoverato nel reparto di neurochirurgia del Perrino di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento