Flash/ Tromba d'aria all'Ilva: vittime

TARANTO - Sarebbero gravissimi i danni provocati da una tromba d’aria che si è abbattuta sull’Ilva di Taranto e su alcuni quartieri del capoluogo ionico. Si parla di vittime (ci sono 4 dispersi) e di un pesante bilancio di feriti. A quanto si è appreso un fulmine si sarebbe scaricato all’interno dello stabilimento siderurgico. Lo riporta su Facebook, Fabio Matacchiera, un ambientalista di Taranto.

Ilva sotto la tromba d'aria

TARANTO - Sarebbero gravissimi i danni provocati da una tromba d’aria che si è abbattuta sull’Ilva di Taranto e su alcuni quartieri del capoluogo ionico. Si parla di vittime (ci sono 4 dispersi) e di un  pesante bilancio di feriti. A quanto si è appreso un fulmine si sarebbe scaricato all’interno dello stabilimento siderurgico. Lo riporta su Facebook, Fabio Matacchiera, un ambientalista di Taranto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’interno dell’intero complesso non vi sarebbe al momento energia elettrica. Gli impianti, quindi, a quanto pare sono fermi. Molti reparti sono stati evacuati, anche per il cedimento (non si sa ancora se parziale o totale) di una torre della cokeria alta 80 metri. La tromba d’aria si sta dirigendo verso Brindisi. (La foto è dell'ambientalista tarantino Fabio Matacchiera)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Assembramenti e spiagge libere: come si stanno organizzando i Comuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento