Flash/ Vigilantes e ladri di bagagli

BRINDISI – La scena è la stessa già vista a Milano e Roma, ma qui chi maneggia i bagagli dei passeggeri, li apre arbitrariamente e si impossessa di oggetti di valore porta una divisa da guardia giurata. Non sapevano di essere ripresi in ogni loro azione, otto vigilantes dell’Ivri, che ha l’appalto della security nell’Aeroporto del Salento di Brindisi; non sapevano che le loro conversazioni erano contemporaneamente registrate. Video più colloqui formano una prova schiacciante che ha indotto il giudice delle indagini preliminari ad emettere otto ordinanze di custodia cautelare, con la concessione però degli arresti domiciliari nei confronti di altrettanti dipendenti dell’istituto privato.

L'Aeroporto del Salento

BRINDISI – La scena è la stessa già vista a Milano e Roma, ma qui chi maneggia i bagagli dei passeggeri, li apre arbitrariamente e si impossessa di oggetti di valore porta una divisa da guardia giurata. Non sapevano di essere ripresi in ogni loro azione, otto vigilantes dell’Ivri, che ha l’appalto della security nell’Aeroporto del Salento di Brindisi; non sapevano che le loro conversazioni erano contemporaneamente registrate. Video più colloqui formano una prova schiacciante che ha indotto il giudice delle indagini preliminari ad emettere otto ordinanze di custodia cautelare, con la concessione però degli arresti domiciliari nei confronti di altrettanti dipendenti dell’istituto privato.

Le indagini sono state condotte dalla Polizia di Frontiera di Brindisi, diretta dal vicequestore Salvatore De Paolis, che non ha mai cessato di monitorare l’attività e l’efficienza del servizio di vigilanza privato (conducendo anche test che riguardano l’introduzione di materiale esplodente attraverso i varchi di controllo alle zone di imbarco e di uscita, e altre verifiche di routine ma fondamentali). La zona trattamento bagagli da stiva era stata così dotata di microcamere che hanno ripreso i furti, e anche le scene di esultanza ogni volta che veniva individuato e rubato un oggetto di particolare interesse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I particolari dell’indagine e dell’operazione odierna verranno comunicati agli organi di informazione stamani alle 10 nel corso di una conferenza stampa presso la Procura della Repubblica di Brindisi, con la partecipazione del procuratore capo Marco Dinapoli e del dirigente della Polizia di Frontiera, Salvatore De Paolis. La tipologia degli oggetti trafugati va da somme di denaro a macchine fotografiche, video camere, altri supporti elettronici, prodotti cosmetici e preziosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

Torna su
BrindisiReport è in caricamento