Abusivismo al mercato: sequestrati 120 chili di mitili, una denuncia

Controllo dei carabinieri forestali e dell'Asl. Il prodotto era venduto su un banco di fortuna, senza refrigerazione

OSTUNI – Erano venduti su un banco di fortuna, a temperatura ambiente e senza alcun sistema di refrigerazione. Centoventi chili di militi, meglio noti come cozze, sono stati sequestrati dai carabinieri forestali della stazione di Ostuni presso il mercato settimanale della Città Bianca, nell’ambito di un servizio al quale hanno preso parte anche funzionari del dipartimento di prevenzione dell’Asl di Brindisi-Servizio Veterinario. 

Sequestro Mitili Ostuni-2

Qui gli accertatori hanno individuato che, appoggiati nel cassone di un veicolo commerciale, erano posti alla vendita mitili contenuti in cassette, senza i prescritti contenitori con ghiaccio, ma su un banco di fortuna, a temperatura ambiente. Il commerciante, che non aveva alcuna autorizzazione ad esercitare l’attività di ambulante, non poteva neanche certificare la provenienza dei molluschi in vendita.
Forestali e veterinari hanno quindi proceduto a denunciari il commerciante abusivo, il 23enne D.F., del posto, per violazione del Testo unico delle leggi sanitarie.

Tutto il materiale, vasche, cassette ed automezzo, è stato sottoposto a sequestro probatorio penale; i mitili, per un peso complessivo di 120 chili, contestualmente al sequestro, sono stati avviati a distruzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Trovato senza vita: sospetta overdose, pm dispone autopsia

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidente sulla provinciale, auto si schianta contro albero: grave un giovane

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento