Contrassegno per invalidi "clonato" sul parabrezza dell'auto: denunciato

Il raggiro è stato scoperto dagli agenti della polizia locale. Contestato il reato di falsità materiale e uso di atto falso

FRANCAVILLA FONTANA -  Aveva appiccicato un contrassegno per invalidi fasullo o, meglio, "clonato" da un altro vecchio permesso mai rinnovato. Un 41enne di Francavilla Fontana è stato denunciato dagli agenti della polizia locale, che si sono accorti del raggiro nell'ambito di una serie di controlli effettuati questi giorni. 

Nel dettaglio, i poliziotti hanno notato l’assenza del sigillo di frangente, con una parte del tagliando nascosta dal cruscotto.  Da qui, i successivi controlli che hanno permesso di accertare come il “falso” fosse, in realtà, ricavato da una fotocopia ad alta definizione di un pass originale, in effetti appartenuto alla nonna dell’automobilista. 

L’uomo deve rispondere del reato di falsità materiale e uso di atto falso. Giova ricordare come il contrassegno per gli invalidi è infatti strettamente personale e non cedibile, non è vincolato ad uno specifico veicolo e consente varie agevolazioni, sia per quanto riguarda la sosta sia per la circolazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

Torna su
BrindisiReport è in caricamento