Furto al negozio Tally Weijl di Lecce: la polizia arresta tre giovani di Brindisi

Arrestati in flagranza di reato un ragazzo e due ragazze entrati in azione martedì pomeriggio. La polizia ha riconosciuto il giovane, già autore di un furto al Tally Weijl

BRINDISI – I poliziotti hanno subito riconosciuto il suo volto. Un giovane brindisino è finito nuovamente nei guai per un furto perpetrato ieri pomeriggio (15 maggio) in un negozio nel centro di Lecce. L’uomo aveva raggiunto il capoluogo salentino insieme a due ragazze. Tutti e tre  sono stati arrestati in regime di domiciliari. Si tratta di  Tamara Niccoli, 26 anni,  Antonella  DeGiorgi, 25 anni, e Simone Cuneo, 19 anni. Nella direttissima di questo pomeriggio tutti e tre hanno ammesso le loro responsabilita. Gli arresti sono stati convalidati, poi il giudice Sergio Mario Tosi li ha rimessi in libertà. Ora la difesa valuterà se patteggiare la pena. I givoani brindisini sono rappresentati dagli avvocati Ladislao Massari, Giancarlo Camassa e Andrea D'Agostino.

I fatti

Una Volante, transitando in via Nazario Sauro, ha notato i tre brindisini mentre uscivano dal negozio Coin ed entravano all’interno del negozio Tally Weijl, sito sempre su via Nazario Sauro a pochi metri dal Coin.  Il ragazzo era noto agli agenti in quanto già sorpreso in passato a sottrarre dei profumi nel negozio Coin insieme ad altre persone. Per questo i poliziotti, allertati nel frattempo dagli addetti alla sicurezza dell'Isi Group srl, hanno atteso l’uscita dal negozio dei tre per procedere ad un accurato controllo. Non era da escludere, infatti, che gli stessi si trovassero all’interno dell’esercizio per porre in essere analoghi furti. 

Dopo circa dieci minuti in effetti i tre ragazzi sono usciti a passo veloce dal negozio, dirigendosi verso piazza Mazzini. I poliziotti li attendevano al varco e, mentre attraversavano la strada, li hanno bloccati.  Nella borsa di una delle donne, i poliziotti hanno trovato un capo di abbigliamento con l’etichetta tagliata. Alla richiesta di spiegazioni, la donna ha riferito di non avere lo scontrino poiché acquistata, a suo dire, diversi giorni prima. 

A quel punto gli agenti hanno proceduto con un controllo accurato in questura, recuperando capi di abbigliamento per un valore complessivo di circa 170 euro. Solo dopo la comunicazione degli agenti i commessi si sono accorti effettivamente che vi erano alcune placche rotte all’interno del negozio, tra i camerini e altri luoghi di pertinenza. 

                                                                                      

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tentato omicidio per debiti di droga: arrestati sia l'autore che la vittima

  • Cronaca

    Pistola e munizioni fra la biancheria: carrozziere patteggia a un anno e quattro mesi

  • Economia

    Porticciolo, sospesa l’efficacia della revoca della concessione

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento