Furto all’Auchan. Via il bancomat

MESAGNE – Nuovo assalto al bancomat del centro commerciale Auchan di Mesagne: nella notte scorsa un commando armato, munito anche di giubbotti antiproiettili, dopo aver sfondato con un pick up la saracinesca dell'ingresso A, ha raggiunto la cassa automatica, l'ha sradicata e trascinata nelle campagne circostanti (nei pressi della ferrovia) dove l'ha scassinata e svuotata. Il bottino è in corso di quantificazione. Sul furto indaga la polizia.

La postazione dove era installato il bancomat

MESAGNE – Nuovo assalto al bancomat del centro commerciale Auchan di Mesagne: nella notte scorsa un commando armato, munito anche di giubbotti antiproiettili, dopo aver sfondato con un pick up la saracinesca dell'ingresso A, ha raggiunto la cassa automatica, l'ha sradicata e trascinata nelle campagne circostanti (nei pressi della ferrovia) dove l'ha scassinata e svuotata. Il bottino è in corso di quantificazione. Sul furto indaga la polizia.

L'ultimo episodio simile risale a novembre del 2010, all'epoca lo sportello bancomat (dell'istituto di credito Banco di Napoli) si trovava all'esterno della struttura, dopo il furto fu installato all'interno e precisamente in corrispondenza della cassa n°33. Ma questo espediente non ha impedito alla banda di malviventi, a quanto pare anche specializzata per questo genere di furti, a entrare in azione.

Il piano è stato studiato alla perfezione. Il cavalcavia della statale 7 che conduce al centro commerciale è stato cosparso di bande chiodate in modo da impedire a chiunque vi transitasse di continuare la marcia. Con un pick up di colore verde-grigio, entrato a marcia indietro, è stata sradicata la saracinesca e raggiunta la postazione bancomat. I banditi erano in quattro. Uno alla guida e uno ha piantonato l'ingresso con fucile spianato, gli altri due si sono occupati dell'esecuzione materiale del furto.

L'intera scena è stata ripresa dal sistema di video sorveglianza di cui è dotato il centro commerciale e i cui fotogrammi sono già al vaglio dei poliziotti. Le telecamere hanno ripreso il pick up uscire dall'ingresso sfondato poco prima e raggiungere il retro dell'ipermercato.  Sul posto intanto (erano le 3.05) si sono precipitati gli agenti dell'istituto privato Vigilnova e gli uomini del commissariato di Mesagne. Era, infatti, scattato l'allarme.

La cassaforte è stata trovata nei pressi della ferrovia, era stata svuotata sul posto. Del denaro, però, al momento nessuna traccia, non è dato sapere, ancora, se nella cassaforte ci fosse il dispositivo macchia-soldi, ma anche al problema delle macchie d’inchiostro sembra sia stata trovata una soluzione.

I malviventi sono fuggiti con due auto: oltre al pick up avrebbero utilizzato anche un Bmw X5. L'ammontare del denaro trafugato è in corso di quantificazione. Il centro commerciale questa mattina è regolarmente aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ultimo saluto a "Donna Jolanda" tra lacrime e lunghi applausi

  • Morta la mamma di Albano Carrisi, la sua "origine del mondo"

  • Assalto armato al bar: un cliente dà l’allarme, banditi subito circondati

  • I fratelli Gargarelli di Brindisi conquistano la finale di Tu sì que vales

  • Ciao Grazia, mamma coraggiosa: borsa di studio per i suoi due bimbi

  • Bomba, sindaco firma ordinanza per evacuazione: denuncia per chi resta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento