Furto all’Auchan. Via il bancomat

MESAGNE – Nuovo assalto al bancomat del centro commerciale Auchan di Mesagne: nella notte scorsa un commando armato, munito anche di giubbotti antiproiettili, dopo aver sfondato con un pick up la saracinesca dell'ingresso A, ha raggiunto la cassa automatica, l'ha sradicata e trascinata nelle campagne circostanti (nei pressi della ferrovia) dove l'ha scassinata e svuotata. Il bottino è in corso di quantificazione. Sul furto indaga la polizia.

La postazione dove era installato il bancomat

MESAGNE – Nuovo assalto al bancomat del centro commerciale Auchan di Mesagne: nella notte scorsa un commando armato, munito anche di giubbotti antiproiettili, dopo aver sfondato con un pick up la saracinesca dell'ingresso A, ha raggiunto la cassa automatica, l'ha sradicata e trascinata nelle campagne circostanti (nei pressi della ferrovia) dove l'ha scassinata e svuotata. Il bottino è in corso di quantificazione. Sul furto indaga la polizia.

L'ultimo episodio simile risale a novembre del 2010, all'epoca lo sportello bancomat (dell'istituto di credito Banco di Napoli) si trovava all'esterno della struttura, dopo il furto fu installato all'interno e precisamente in corrispondenza della cassa n°33. Ma questo espediente non ha impedito alla banda di malviventi, a quanto pare anche specializzata per questo genere di furti, a entrare in azione.

Il piano è stato studiato alla perfezione. Il cavalcavia della statale 7 che conduce al centro commerciale è stato cosparso di bande chiodate in modo da impedire a chiunque vi transitasse di continuare la marcia. Con un pick up di colore verde-grigio, entrato a marcia indietro, è stata sradicata la saracinesca e raggiunta la postazione bancomat. I banditi erano in quattro. Uno alla guida e uno ha piantonato l'ingresso con fucile spianato, gli altri due si sono occupati dell'esecuzione materiale del furto.

L'intera scena è stata ripresa dal sistema di video sorveglianza di cui è dotato il centro commerciale e i cui fotogrammi sono già al vaglio dei poliziotti. Le telecamere hanno ripreso il pick up uscire dall'ingresso sfondato poco prima e raggiungere il retro dell'ipermercato.  Sul posto intanto (erano le 3.05) si sono precipitati gli agenti dell'istituto privato Vigilnova e gli uomini del commissariato di Mesagne. Era, infatti, scattato l'allarme.

La cassaforte è stata trovata nei pressi della ferrovia, era stata svuotata sul posto. Del denaro, però, al momento nessuna traccia, non è dato sapere, ancora, se nella cassaforte ci fosse il dispositivo macchia-soldi, ma anche al problema delle macchie d’inchiostro sembra sia stata trovata una soluzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I malviventi sono fuggiti con due auto: oltre al pick up avrebbero utilizzato anche un Bmw X5. L'ammontare del denaro trafugato è in corso di quantificazione. Il centro commerciale questa mattina è regolarmente aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento