Tentato furto in abitazione: patteggiano dopo aver confessato

Otto mesi di reclusione per Andrea Galati, 19 anni, e Francesco Candido, 20. Revocato l’obbligo di dimora

SAN PIETRO VERNOTICO – Hanno patteggiato la pena dopo l’arresto in flagranza di reato per tentato furto in un’abitazione con conseguente confessione, Andrea Galati, 19 anni, e Francesco Candido, 20: otto mesi di reclusione, più 150 euro di multa, per entrambi i ragazzi di San Pietro Vernotico.

Il patteggiamento

Galati Andrea classe 2000-2-2-2L’applicazione della pena è stata chiesta e ottenuta dal difensore dei due indagati, l’avvocato Dario Budano, a distanza di qualche giorno dall’interrogatorio nel corso del quale entrambi hanno ammesso le proprie responsabilità, dopo essere finiti in carcere il 23 gennaio scorso.

Il giudice Adriana Almiento ha riconosciuto sia a Galati (nella foto accanto) che a Candido (nella foto in basso)  i benefici della sospensione della pena e della non menzione sul casellario, così come chiesto dal penalista dopo aver ottenuto il parere favorevole del sostituto procuratore Giovanni Marino.

Ai due ragazzi, inoltre, è stato revocato l’obbligo di dimora disposto dallo stesso giudice dopo aver convalidato l’arresto dei carabinieri.

Gli arresti

Candido Francesco classe 1999-2-2-2Galati e Candido furono arrestati con l’accusa di aver tentato il furto nell’abitazione di un 50enne di San Pietro Vernotico. Riuscirono a forzare la porta del terrazzo, ma non portarono via nulla. Lasciarono anche gli attrezzi da scasso dopo essere stati sorpresi dallo stesso proprietario dell’appartamento. Tentarono la fuga, ma furono raggiunti dagli uomini dell’Arma.

Potrebbe interessarti

  • Blatte e scarafaggi, come allontanarli

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Cicloturismo a Brindisi e provincia: le associazioni crescono

I più letti della settimana

  • Tragedia in campagna: donna rimane incastrata in una vecchia fornace, muore in ambulanza

  • Incidente mortale sul cavalcavia: condannato per omicidio stradale

  • Frattura il naso e lo zigomo alla fidanzata, soccorsa da automobilista

  • Furgone imbottito di marijuana: 218 chili, un arresto

  • Brindisi Multiservizi: ecco la graduatoria degli idonei all'assunzione

  • Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento