Intervento/ Fondazione Teatro Verdi: il giallo delle spese non autorizzate

Non va meglio, fra le società partecipate del Comune, la Fondazione del Nuovo Teatro Verdi: l'amministrazione cittadina che ne è socia è pronta a contestare e, quindi, a non saldare alcune fatture. Circostanza evidenziata nel parere dei nuovi revisori, autori di un rilievo sulla "partecipata" legato a "un'esposizione verso il Comune di Brindisi per 124.675,39 euro". L'ente tra le sue scritture riporta 37.567,45

Il Nuovo Teatro Verdi. Sotto, Angelo Roma e l'ex sindaco, scomparso nell'aprile 2014, Domenico Mennitti

Non va meglio, fra le società partecipate del Comune,  la Fondazione del Nuovo Teatro Verdi: l’amministrazione cittadina che ne è socia è pronta a contestare e, quindi, a non saldare alcune fatture. Circostanza evidenziata nel parere dei nuovi revisori, autori di un rilievo sulla “partecipata” legato  a “un’esposizione verso il Comune di Brindisi per 124.675,39 euro”. L’ente tra le sue scritture riporta 37.567,45.

La differenza? Si è in attesa di risposte per capire come e perché si è arrivati a tanto. Per ora, di certo, c’è che l’organo di revisione ha preso atto della nota del 27 aprile 2015, avente ad oggetto ‘approfondimenti fatture emesse dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi anni 2013-2014, con la quale Angelo Roma, dirigente del settore Organi istituzionali, in merito alla differenza di 87.107,97 euro, precisa che la somma sarà oggetto di formale contestazione da parte dell’Ente, nella prossima assemblea della Fondazione”. A quanto pare, quella somma non sarebbe stata inserita nel  documento contabile programmatorio della Fondazione.

Il mancato pagamento da parte dell'ente di fatture emesse dalla Fondazione è problema che non dovrebbe esistere (Multiservizi docet) ragione per cui spese straordinarie non autorizzate dal Comune e comunque non rientranti nel documento contabile autorizzatorio  della partecipata restano inequivocabilmente a carico di chi ha deciso la spesa e nei cui confronti è d'obbligo, come peraltro richiamato in altra circostanza, l'azione di messa in mora.

Angelo Roma e Domenico MennittiPurtroppo, non viene applicata detta procedura presso il Comune sicché continuano a verificarsi gli episodi di mala gestio che naturalmente finiscono per ricadere sull'intera comunità.  In questa ottica, appare del tutto risibile per la Fondazione di prestigio, voluta dal sindaco dell'epoca, l’onorevole Domenico Mennitti, che sognava Brindisi città di mare e capitale della cultura europea, l'avvio di una campagna pubblicitaria di donazione del cinque per mille per sostenere le spese della partecipata che, per avere ottenuto la concessione della sede dal Comune con contratto di comodato gratuito, ad oggi,  sono rappresentate quasi esclusivamente dalla retribuzione dell'unica lavoratrice che sembra avere una qualifica di  dirigente all’interno della Fondazione sin dalla data della sua costituzione. 

E' evidente, allora,  la necessità di una immediata puntualizzazione contabile sulla partecipata,  per stabilire prioritariamente le responsabilità per emissioni di fatture non riconosciute dal Comune  fra le spese previste  nei documenti autorizzatori di bilancio. Il dirigente municipale, incaricato della vigilanza sull'operato della Fondazione, ha a disposizione gli atti per la verifica dei fatti di cui si discute e potrebbe operare, assumendo una determina dirigenziale, per l'irrevocabile disconoscimento  del debito da parte dell'ente e contestuale invito alla partecipata a regolarizzare le partite debitorie con addebito diretto nei confronti di chi ha posto in essere azioni di evidente irregolarità tecnico-contabile.

E' di tutta ovvietà che la circostanza, che dovrebbe interessare il collegio dei revisori, segretario generale e naturalmente la giunta, costituisce elemento determinante perché si possa dare avvio ad una approfondita verifica sugli obiettivi posti a base della Fondazione ed in particolare nella minuziosa ricerca dei dati di bilancio che fanno registrare perdite non più tollerabili. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento