Lite fra parenti: ancora gravi le condizioni della persona accoltellata

Ha avuto una emorragia nella zona colpita, il cittadino albanese accoltellato sull'uscio della sede dei Servizi sociali di Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA – Permangono gravi le condizioni del cittadino albanese, Devole Emiljan, che lunedì mattina (25 marzo) è stato accoltellato dal cognato, il 36enne Claudio De Tommaso, di Francavilla Fontana, al culmine di una lite per vecchi dissidi avvenuta sull’uscio della sede dei Servizi sociali del Comune di Francavilla Fontana.

L’uomo è stato colpito da un fendente all’altezza della mammella sinistra, tra il cuore e il polmone. Dopo un primo ricovero presso l’ospedale Perrino di Brindisi, sempre nella giornata di lunedì è stato trasferito presso il reparto di Chirurgia del Vito Fazzi di Lecce, dove è tuttora ricoverato con prognosi riservata. Nelle ultime ore, ha avuto una emorragia nella zona colpita.

L’accoltellatore, nell’immediatezza dei fatti, venne rintracciato dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana, presso la sua abitazione. Gli è stato contestato il reato di tentato omicidio. I carabinieri hanno arrestato anche la moglie di De Tommaso, la 62enne Antonella Begher, per aver aggredito un militare, con l'intenzione di evitare il fermo del marito. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento