Spaccata notturna all'Agip: ladri in fuga alla vista delle guardie giurate

Preso di mira il distributore di benzina situato in via Egnazia. Colonnina dell'impianto self service abbattuta con un autocarro. Tre banditi fuggono dal retro alla vista dei vigilantes

BRINDISI – I banditi erano ancora sul posto quando sono arrivate le pattuglie dell’istituto di vigilanza Ivri. Grazie al tempestivo intervento delle guardie giurate, non è andata a buon fine una spaccata ai danni del distributore di benzina Agip situato sulla strada statale 379 per Bari, prima dello svincolo per l'aeroporto, cui si accede anche dal tratto extraurbano di via Egnazia, al rione Paradiso, avvenuta la scorsa notte (fra domenica 26 e lunedì 27 maggio). 

Spaccata area di servizio Agip, via Egnazia 5-3

L’allarme collegato alla sala operativa dell’istituto è scattato intorno alle ore 4,15. Sul posto si sono subito diretti tre equipaggi. Tre malfattori avevano raggiunto l’area di servizio a bordo di autocarro presumibilmente provento di furto. In retromarcia, usandolo come un ariete, hanno abbattuto la colonnina dell’impianto self service. 

Spaccata area di servizio Agip, via Egnazia 2-2

Ma proprio quando erano pronti a impossessarsi del bottino, hanno scorto i mezzi con le insegne dell’Ivri. A quel punto i ladri si sono dileguati dal retro, forse con l’aiuto di un complice che li attendeva a bordo di un’auto. A stretto giro è arrivata anche una radiomobile dei carabinieri della compagnia di Brindisi. I militari si sono messi immediatamente alla ricerca dei banditi, ma di questi, a quanto pare, non è stata trovata alcuna traccia. Le immagini riprese dalle telecamere della zona verranno visionate con attenzione. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento