I 5 stelle donano una sala cinema e un mini ecografo al reparto di Pediatria

E' pari a 217mila euro la somma restituita alla comunità dai consiglieri regionali pentastellati attraverso il taglio dei rispettivi stipendi

BRINDISI - Una “sala cinema” realizzata con i fondi derivanti dal taglio degli stipendi dei consiglieri regionali del Movimento 5 stelle verrà inaugurata mercoledì prossimo (28 dicembre) oresso il reparto di Pediatria dell’ospedale Perrino di Brindisi. All’inaugurazione parteciperà il consigliere regionale brindisino del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti, il direttore generale dell’Asl di Brindisi Giuseppe Pasqualone e i dirigenti della struttura ospedaliera.

Con i doni del “Restitution day” i consiglieri pentastellati intendono “allietare - si legge in una nota del Movimento - le ore dei piccoli ricoverati nelle pediatrie della province pugliesi”. Grazie al taglio dei rispettivi emolumenti i consiglieri hanno consegnato simbolicamente ai cittadini un maxi assegno da oltre 217mila euro nei primi 12 mesi di mandato.

“Anche a Brindisi siamo lieti di regalare qualche momento di serenità ai piccoli ricoverati nel reparto di pediatria - dichiara il consigliere Gianluca Bozzetti - Oltre all'allestimento di questa ‘sala cinema’ doneremo anche al reparto uno mini ecografo portatile così da poter contribuire fattivamente anche nel lavoro quotidiano dei medici del reparto. Continuiamo ad augurarci che tali gesti possano servire a spronare verso un atteggiamento più responsabile l’intero panorama politico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento