Orlando a Ostuni per il congresso dei dirigenti del settore giustizia

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, sarà a Ostuni sabato 27 maggio per concludere, assieme al vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, il convegno “Quale governance per il servizio giustizia. Persone, qualità, digitalizzazione e trasparenza”

Il ministro Orlando durante una recente visita al palazzo di giustizia di Brindisi

OSTUNI – Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, sarà a Ostuni sabato 27 maggio per concludere, assieme al vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini, il convegno “Quale governance per il servizio giustizia. Persone, qualità, digitalizzazione e trasparenza”, organizzato nell’ambito del XXI congresso nazionale  della Associazione dirigenti giustizia, in programma al Rosa Marina Resort dal 25 al 27 prossimi.

Al centro del congresso, una riflessione sul percorso sin qui compiuto, e un confronto sul processo di miglioramento dell’organizzazione giudiziaria e sull’attuazione delle riforme nel settore giustizia. Il congresso dei dirigenti del settore giustizia ha il patrocinio di Regione Puglia, provincia di Brindisi, Comune di Ostuni, ed è accreditato per l’aggiornamento formativo degli avvocati.

Sono previsti gli interventi del presidiente della Regione Puglia, Michele Emiliano (recente concorrente di Andrea Orlando oltre che di Matteo Renzi alle primarie del Pd), dei senatori Salvatore Tomaselli (Pd), e Vito Crimi (M5S), del capo degli ispettori del Ministero della Giustizia, nonché capo di gabinetto reggente del ministro Orlando, Elisabetta Cesqui, del direttore generale Personale e Formazione del ministero, Barbara Fabbrini.

E inoltre, del direttore generale Risorse materiale e Tecnologie, Antonio Mungo, di Rossana Giannaccari, della giunta esecutiva centrale del Csm, di Renato Romano, direttore generale Amministrazione archivi notarili del ministero, di Nicola Stelato, presidiente nazionale dell’Associazione dirigenti giustizia, di Luigi Pansini, segretario nazionale Associazione nazionale forense, ed infine di Davide Carnevali, Cnr – Istituto ricerca sistemi giudiziari.

Va ricordato che il Tribunale di Brindisi, rispetto al tema, è una delle realtà più avanzate in Italia in termini di digitalizzazione dei servizi al cittadino e agli operatori della giustizia, anche con il recente lancio di una comodissima applicazione di accesso anche dal telefono mobile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

Torna su
BrindisiReport è in caricamento