Il mistero del giardino di Melissa

BRINDISI - "Qui sorgerà 'Il Giardino di Melissa - 22 dicembre 2012". C'è proprio scritto così su una delle due tabelle che sono comparse nel piccolo giardinetto di fronte la scuola Francesca Morvillo Falcone in via Galanti a Brindisi. Un giardino - che da quanto scritto - si sarebbe proprio dovuto inaugurare quattro giorni fa, ma sino ad oggi, che il vento ha strappato le buste in plastica di colore nero usate per coprirle, nessuno ancora ne sa niente.

La tabella scoperta dal vento

BRINDISI - "Qui sorgerà 'Il Giardino di Melissa - 22 dicembre 2012". C'è proprio scritto così su una delle due tabelle che sono comparse nel piccolo giardinetto di fronte la scuola Francesca Morvillo Falcone in via Galanti a Brindisi. Un giardino - che da quanto scritto - si sarebbe proprio dovuto inaugurare quattro giorni fa, ma sino ad oggi, che il vento ha strappato le buste in plastica di colore nero usate per coprirle, nessuno ancora ne sa niente.

Sull'insegna c’è il logo del Comune di Brindisi, quindi ciò fa pensare che la volontà di intitolare lo spazio verde alla 16enne Melissa Bassi, uccisa nell'attentato del 19 maggio 2012 proprio dinanzi all'istituto brindisino, sia proprio partita da Palazzo di città. Nessuno a scuola sa niente, nemmeno la preside dell’Ipsss Morvillo Falcone, Rosanna Maci, raggiunta telefonicamente da BrindisiReport.it.

"Non so assolutamente nulla, non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione circa il fatto che vi sia già stata o che ci dovrà essere un'inaugurazione. Una voce di corridoio, mi sembra di ricordare, diceva che proprio il sindaco di Brindisi avrebbe voluto dedicare quello spazio a Melissa. Ma ad oggi sono completamente all'oscuro di questa iniziativa".

Nel giorno di Santo Stefano, il sorriso di Melissa Bassi riappare in via Galanti, proprio a pochissimi metri dal punto dove la studentessa nativa di Mesagne è stata vittima dell'esplosione della bomba fatta esplodere da Giovanni Vantaggiato, reo confesso dell'attentato del 19 maggio scorso. Sulla tabella più grande del futuro giardino, collocata nell’aiuola di fronte alla Morvillo, una foto di Melissa Bassi si staglia sullo sfondo di un cielo azzurro, e ai suoi piedi un immenso prato verde.

Un mistero, scoperto solo in parte, questa mattina, dal vento che ha rotto e strappato le buste nere in plastica che coprivano le tabelle. BrindisiReport.it ha anche cercato di mettersi in contatto con gli addetti stampa del Comune di Brindisi, per avere maggiori informazioni al riguardo, così come con l'assessore Antonio Giunta con delega alle Politiche giovanili, ma tutti, nel giorno di Santo Stefano, sono risultati irreperibili. Forse la cerimonia prevista per il 22 è stata spostata per l’assenza di qualcuno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, il 4 gennaio 2013 a Napoli si terrà la cerimonia della Fondazione Mediterraneo che ha deliberato di dedicare il "Totem della Legalità" alla memoria di Melissa Bassi. Il 22 maggio scorso le è stata già dedicato quello della Pace. La preside dell'Ipsss Francesca Morvillo Falcone, Rossana Maci, insieme alla famiglia Bassi, sono stati invitati a partecipare all'evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Alle rapine con la mamma: colpi ai distributori, quattro arresti

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

Torna su
BrindisiReport è in caricamento