Il preside esterna, la procura boccia

BRINDISI – I presunti precedenti del dirigente scolastico Angelo Rampino, su cui si faranno fuoco e fiamme mediaticamente parlando, in questa fase investigativa conterebbero o contano comunque come il due di briscola. Piuttosto, il clima interno della scuola colpita dall’attentato omicida del 19 maggio è segnato dallo sconcerto di molti per l’assenza di quasi 48 ore del preside dall’ Istituto professionale per i Servizi sociali “Morvillo Falcone” per recarsi a Palermo con la nave della Legalità, sino al punto che Rampino rischia di passare per lo Schettino della situazione. Doveva andarci per forza lui, a Palermo, o avrebbe potuto inviare, oltre alla delegazione di studentesse, una rappresentanza di insegnanti, e lui restare invece sul campo di battaglia, a tenere il timone diritto?