Impresa ittica truffata: due arresti

FASANO - In due, fingendosi i titolari di una ditta del settore avevano trattato una grossa fornitura di pesce con un'impresa ittica di Fasano, la ditta “Lepore Mare”. Quando i veri operatori commerciali hanno contattato i fornitori la truffa è venuta a galla. La coppia di ciarlatani è stata bloccata a Messina, alla consegna dell'ultimo carico di pescato.

Operazione della squadra mobile di Messina

FASANO - In due, fingendosi i titolari di una ditta del settore avevano trattato una grossa fornitura di pesce con un'impresa ittica di Fasano, la ditta “Lepore Mare”. Quando i veri operatori commerciali hanno contattato i fornitori la truffa è venuta a galla. La coppia di ciarlatani è stata bloccata a Messina, alla consegna dell'ultimo carico di pescato.

Antonino Virone, 34 anni e Giovanni Tuttolomondo, di 44 anni, di Porto Empedocle, sono stati così incastrati dalle forze dell’ordine in flagranza di truffa aggravata. Entrambi sono vecchie conoscenze degli investigatori. I due nelle settimane scorse, fingendo di essere i titolari di una ditta di Porto Empedocle, avevano intrapreso rapporti commerciali con la società di Fasano operante nel settore ittico, dalla quale si erano fatti consegnare due carichi di merce per un complessivo valore di oltre 20 mila euro.

La truffa è venuta a galla quando il vero titolare della ditta di Porto Empedocle ha preso contatti con la società brindisina per proporre l’avvio di rapporti commerciali. Considerando che la terza fornitura di merce ordinata dai due truffatori avrebbe dovuto essere consegnata nella tarda serata del 17 maggio scorso a Messina, i due imprenditori truffati hanno segnalato l’accaduto, consentendo ai poliziotti della Squadra Mobile di arrestare i truffatori, ammanettati mentre si accingevano a ricevere il carico dai fornitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento