Incendio: cane intrappolato in cucina rianimato dai vigili del fuoco

Insolito salvataggio quello di oggi, domenica 14 luglio, per i vigili del fuoco di Brindisi: si sono ritrovati a rianimare un barboncino che non dava segni di vita

BRINDISI – Si sono recati in via Andrea della Monica a Brindisi per un incendio appartamento ma quando sono giunti sul posto hanno scoperto che nel vano cucina dove si era sviluppato il rogo, c’era anche un barboncino rimasto chiuso nella stanza. Insolito salvataggio quello di oggi, domenica 14 luglio, per i vigili del fuoco di Brindisi: si sono ritrovati a rianimare un cagnolino che non dava segni di vita. Dopo averlo messo al sicuro gli hanno attaccato una piccola bombola di ossigeno riuscendo a svegliarlo, poi è stato consegnato al veterinario, nel frattempo giunto sul posto.

Da quanto ricostruito, al momento dell’incendio in casa c’era solo il cagnolino, chiuso in cucina. Quando sono arrivati i proprietari i vigili del fuoco avevano appena iniziato l’intervento, hanno immediatamente comunicato la presenza del cane. I pompieri si sono precipitati in cucina, ma quando hanno aperto la porta il cane non è comparso. Hanno cercato in lungo e in largo nel fumo fino a quando non lo hanno trovato svenuto sul pavimento. Da lì mentre alcuni si sono occupati delle fiamme altri hanno pensato a rianimare il barboncino. Nel frattempo la proprietaria aveva chiamato il veterinario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento