Incendio Tir partito da pneumatico

MESAGNE – Il blocco improvviso dei freni che provoca il surriscaldamento degli pneumatici uno dei quali, posizionato sul lato destro, s'incendia e le fiamme si propagano all'autotreno che trasporta teloni di plastica. E' questa la causa del rogo che ha distrutto il rimorchio di un autotreno modello Scania R-500, e che ha costretto alla chiusura della statale 7 Brindisi-Taranto, all'altezza dello svincolo di Mesagne che conduce all'ipermercato Auchan.

Il carico di balle di plastica

MESAGNE – Il blocco improvviso dei freni che provoca il surriscaldamento degli pneumatici uno dei quali, posizionato sul lato destro, s'incendia e le fiamme si propagano all'autotreno che trasporta teloni di plastica. E' questa la causa del rogo che ha distrutto il rimorchio di un autotreno modello Scania R-500, e che ha costretto alla chiusura sino alle 15,05 della statale 7 Brindisi-Taranto, all'altezza dello svincolo di Mesagne che conduce all'ipermercato Auchan.

Le fiamme sono divampate di colpo intorno alle 6.30 del mattino e si sono propagate immediatamente al rimorchio su cui erano caricati diversi quintali di rotoli di plastica che il conducente del mezzo – Paolo Ventura, 38 anni originario di Reggio Calabria – aveva prelevato in un'azienda di Massafra, in provincia di Taranto, per trasportarla a Leverano in provincia di Lecce. Nel tragitto da Taranto a Brindisi, l'incendio e la prontezza di riflessi del conducente che una volta viste le fiamme dallo specchietto retrovisore è riuscito a salvare la motrice del mezzo limitando i danni che, seppur in via di quantificazione, ammontano diverse migliaia di euro.

Sul posto due squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale e una del distaccamento di Francavilla Fontana, che hanno usato tre autobotti, e un mezzo speciale (Aisp) utilizzato in aeroporto. I vigili del fuoco hanno lavorato circa tre ore prima di spegnere l'incendio della plastica a colpi di fiumi di schiumogeno. Sul posto gli agenti della polizia stradale che hanno dirottato il traffico lungo le complanari dopo i primi incolonnamenti chilometrici seguiti al blocco del tratto di strada rimasto chiuso per tutta la mattina e sino al primo pomeriggio, per consentire lo sgombero della carreggiata dall'autotreno e dal suo carico e per permettere la pulizia del manto stradale da parte dell'Anas, che in alcuni punti ha richiesto il raschiamento dell'asfalto su cui si trovavano chiazze di plastica fusa. I vigili del fuoco hanno anche lavato l'asfalto dallo schiumogeno versato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina: banditi tra la gente nella galleria Le Colonne

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Schiva una coltellata e costringe il bandito a mollare il bottino

  • Dimostrazione gratuita di rianimazione cardiopolmonare con Albano Carrisi

  • Minacce e fucilata tra i bambini prima dell'agguato mortale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento