Incidente sotto il ponte di Sant'Elia: quattro giovani finiscono in ospedale

BRINDISI - Un incidente stradale che ha visto coinvolti quattro giovani è avvenuto nella tarda mattinata di oggi, sotto il ponte del quartiere Sant’Elia, sulla tangenziale in direzione Bari. Paura per le persone coinvolte, ma per fortuna nessuno dei quattro ha riportato ferite gravi, mentre qualche disagio si è inevitabilmente registrato per la circolazione, ma in tal senso è stato tempestivo l’intervento dei vigili urbani di Brindisi.

Una delle auto coinvolte

BRINDISI - Un incidente stradale che ha visto coinvolti quattro giovani è avvenuto nella tarda mattinata di oggi, sotto il ponte del quartiere Sant’Elia, sulla 379 in direzione Bari. Paura per le persone coinvolte, ma per fortuna nessuno dei quattro ha riportato ferite gravi, mentre qualche disagio si è inevitabilmente registrato per la circolazione, ma in tal senso è stato tempestivo l’intervento dei vigili urbani di Brindisi.

Sin dal primo momento, la dinamica dei fatti era apparsa tutt’altro che chiara, tanto che inizialmente si era pensato ad uno scontro frontale, con una delle due auto che viaggiava contromano. Invece, dai primi rilievi sembrerebbe che più semplicemente possa essersi trattato di un tamponamento, tra una Fiat Panda e una Lancia Musa. Nello scontro, è stato poi leggermente coinvolto un furgoncino (illesa la persona a bordo). Nella Lancia Musa c’erano due ragazzi: Andrea Lazzaro, 34 anni, il conducente, e Cristian Ferrarese, di 19 anni. Dietro la Musa, una Panda con a bordo due ragazze lombarde, Sonia Perolari, di 24 anni, e Chiara Cuturello, di 23.

Dopo l’urto, la Musa avrebbe compiuto una sorta di testa-coda, andando a sbattere anche contro il furgoncino. Sul posto sono giunti immediatamente gli agenti della polizia municipale di Brindisi, che oltre ad effettuare i rilievi del caso, hanno provveduto a fare in modo che il traffico scorresse regolarmente, nonostante le due vetture fossero ai bordi della strada, e molti automobilisti, sia per prudenza sia per curiosità, rallentassero vistosamente per capire cosa fosse accaduto.

I quattro sono stati tutti accompagnati presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi: qualche graffio e nulla di più per le due ragazze, mentre gli altri due giovani a bordo della Fiat Musa se la sono cavati con prognosi di una quindicina di giorni.

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Fai da te, barbecue in muratura: come realizzarlo

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Omicidio Maldarella, fermati anche il padre e la madre dell'arrestato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento