Auto contro muro lungo le rete ferroviaria: i mattoni finiscono sui binari

E' stata bloccata per alcuni minuti la circolazione ferroviaria sulla tratta Brindisi-Taranto a causa di un incidente avvenuto alle porte di Latiano. Non si registrano ritardi

LATIANO - Ha letteralmente sfondato la parte di un muro che costeggia la linea ferroviaria un'auto che nelle tarda mattinata di oggi (14 agosto) è rimasta coinvolta in un incidente avvenuto nei pressi dello svincolo per Latiano ovest della strada statale 7 Brindisi-Taranto, alle porte del centro abitato.

b30762ea-5672-405e-bc6b-e6ac7e57b090(1)-2

Le cause per cui il conducente ha perso il controllo del veicolo, terminando la sua corsa contro il fabbricato, sono da appurare. Alcuni mattoni sono andati a finire sui binari, rendendo necessario l'immediato blocco della circolazione dei treni. Ma non si è registrato alcun ritardo grazie alla tempestività con cui gli operatori di Rfi (Reti ferroviarie italiuane) si sono recati sul posto, liberando dai detriti la strada ferrata.

Sul posto si sono recati anche i vigili del fuoco, il personale del 118 e il personale della Polfer. Non sono note le condizioni dell'automobilista. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

  • Estate in giardino: le piscine interrate, costi e tipologie

I più letti della settimana

  • Cadavere di un uomo nella zona industriale: trovata pistola, un colpo al petto

  • Ritrovato il giovane mesagnese scomparso a Milano ad aprile scorso

  • Vessata per 18 anni dal marito e dalla suocera: l'incubo di una donna

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Messaggi su Facebook, lite in famiglia sulla spiaggia: cinque denunce

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

Torna su
BrindisiReport è in caricamento