Violento scontro fra due auto all'incrocio: un'anziana in ospedale

Una Panda con una coppia di pensionati a bordo si scontra con lo spigolo di un muretto dopo l'impatto con una Opel Corsa

BRINDISI - Una macchina ha invaso il marciapiede, scontrandosi contro lo spigolo di un muretto. L'altra si è fermata al centro dell'incrocio, con la parte anteriore devastata. Un violento impatto fra una Opel Corsa con due donne, mamma e figlia, a bordo e una Fiat Panda a bordo della quale viaggiava un'anziana coppia di coniugi si è verificato intorno alle ore 18 di oggi (martedì 2 luglio) fra via Carlo Cattaneo e via Villafranca, al rione Commenda.

Incidente via Villafranca-via Cattaneo-3

La dinamica del sinistro è in fase di accertamento. A quanto pare il paraurti della Opel ha centrato in pieno la fiancata lato guidatore della Panda, aprendo uno squarcio sulla portiera del passeggero. Poi la macchina ha proseguito la sua corsa per qualche metro, fino a collidere con il muretto perimetrale della scuola media Marco Pacuvio.

Il conducente della Panda e le due occupandi della Opel hanno lasciato gli abitacoli sulle loro gambe, senza neanche un graffio. E' stata soccorsa dal personale del 118, invece, l'anziana passeggera della Panda. La donna, vigile e cosciente, è stata adagaia su una barella e condotta in ambulanza presso l'ospedale Perrino. Le sue condizioni non sembrano gravi. 

I rilievi del caso sono stati effettuati dagli agenti della polizia locale di Brindisi. Entrambe le vetture hanno riportato danni ingenti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Tute, scooter e passamontagna: i "Falchi" scoprono il covo dei rapinatori

  • Tamponamento tra furgone e trattore sulla provinciale: feriti i conducenti

  • “Aste giudiziarie, prove evidenti”: processo immediato per nove brindisini

  • Ultraleggero pilotato da brindisino si schianta su muretto

  • Lite in strada finisce con accoltellamento: un ferito e un arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento