Auto si ribalta fra la complanare e la statale: in ospedale mamma e tre figli

I quattro viaggiavano a bordo di una Ford C Max. L'auto procedeva sulla complanare fra i rioni La Rosa e Sant'ELia

BRINDISI – L’auto si è ribaltata ed è andata a finire sulla superstrada. Si sono vissuti momento di grande preoccupazione per una mamma e i suoi tre figlioletti, coinvolti in uno spaventoso incidente avvenuto intorno alle ore 19 di oggi (mercoledì 15 maggio) sulla complanare che collega il Rione Sant’Elia al La Rosa.

7ec7d2be-f291-4834-8600-9bcc7169b74c-2

I quattro viaggiavano a bordo di una Ford C Max, diretti verso il quartiere Sant’Elia. Superato lo svincolo per la statale, la donna, per cause da accertare, ha perso il controllo del veicolo. La macchina a quel punto ha invaso l’aiuola ricoperta da sterpaglia che separa la complanare dalla superstrada, cappottandosi. La corsa della C Max si è interrotta quindi sul bordo della statale per Lecce.

ea87a7cf-c8de-4ad2-b61f-1f2f9c765f41-2

Sul posto, nel giro di pochi minuti, si sono recati i soccorritori del 118 a bordo di un’ambulanza, gli agenti della polizia locale di Brindisi e una pattuglia della polizia stradale. La mamma e i bimbi erano vigili e coscienti. Tutti e quattro sono stati trasportati presso il Pronto soccorso dell’ospedale Perrino. Le loro condizioni, per fortuna, pare non siano gravi. Sul posto anche il comandante della polizia locale, Antonio Orefice, per coordinare i rilievi del caso. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Attualità

    Il sottosegretario Giuliano: "La docente sospesa ha fatto bene il suo lavoro"

  • Attualità

    La Cgil dura: "Sistema sanitario provinciale in piena crisi"

  • Attualità

    Tanti visitatori sul pattugliatore "Ubaldo Diciotti" nel porto di Brindisi

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Rapina al portavalori: ritrovati i Kalashnikov e il furgoncino Doblò

  • Sequestrati 350mila euro alla famiglia Bruno: indagati padre e figlio

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Strade e sottopassi allagati: anziani coniugi salvati dai carabinieri

  • Estorsione a una dipendente: denuncia e interdizione per un ristoratore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento