Incidente stradale sulla litoranea: muore ragazza di 29 anni

Maria Mandurino viveva a Torre Santa Susanna: viaggiava su una moto di grossa cilindrata assieme a Luigi Volpe, stessa età: lui è rimasto ferito in maniera grave. La tragedia sulla Avetrana-Torre Colimena

TORRE SANTA SUSANNA - E' finita in tragedia quella che doveva essere una bella giornata in moto: Maria Mandurino, 29 anni, di Torre Santa Susanna, è morta nella serata di oggi, sulla strada del ritorno a casa, lungo la litoranea salentina interna. Non c'è stato niente da fare per lei. Ferito in maniera grave il ragazzo, suo coetaneo, che era alla guida della moto di grossa cilindrata, Luigi Volpe, portato d'urgenza in ospedale, al Santissima Annunziata di Taranto.

L'incidente è avvenuto sulla strada che collega Avetrana a Torre Colimena, nei pressi della località balneare Urmo Belsito che ricade nella marina di Manduria. La moto ha perso aderenza e la ragazza è stata sbalzata sull'asfalto. Quella caduta non le ha lasciato scampo. Nulla hanno potuto i soccorsi. Sul posto sono arrivati il personale del 118 e i vigili del fuoco. Ma la giovane era già deceduta. Ancora da chiarire le causa dell'incidente, aspetto sul quale sono al lavoro gli uomini delle forze dell'ordine. Entrambi i giovani coinvolti nel tragico incidente indossavano il casco.

Potrebbe interessarti

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Conservazione dei cibi: sai quali sono quelli da tenere fuori dal frigo?

  • Open space: il frigorifero intelligente per la vostra casa

  • Bidoni della spazzatura: come pulirli e igienizzarli

I più letti della settimana

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • “Mettiti sul letto sennò ti ammazzo”: arrestato per violenza sessuale e rapina

  • “Scu, nuove leve in gruppi tipo gangsteristico. Unione tra Brindisi e Lecce”

  • Muore sul tavolo operatorio dopo nove ore: avviate le indagini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento