Tamponamento auto-Tir sulla 379 presso Iaddico: una persona ferita

Nell'incidente rilevato dalla Polstrada, avvenuto nel primo pomeriggio, coinvolti un'Alfa Mito e uno Scania

BRINDISI – Tamponamento tra auto e Tir sulla superstrada 379, all’altezza del santuario di Iaddico, con uno dei passeggeri della vettura trasportato in ospedale per accertamenti. L’incidente è avvenuto attorno alle 14,30 di oggi 10 ottobre, e non ha provocato blocchi del traffico: l’auto coinvolta, una Alfa Romeo Mito con la parte anteriore distrutta è rimasta accanto al jersey spartitraffico, mentre il mezzo pesante, uno Scania, si è arrestato più avanti, sulla destra.

Tamponamento auto-Tir sulla 379 presso Iaddico-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto una pattuglia della Polizia stradale di Brindisi ha condotto i rilievi per l’accertamento delle eventuali responsabilità, mentre il veicolo danneggiato è stato rimosso da un carro attrezzi. Subito dopo l’incidente ai bordi della carreggiata si sono fermati alcuni automobilisti per prestare soccorso, in attesa dell’arrivo della Polstrada e dei paramedici del 118 che si sono accertati delle condizioni delle persone coinvolte e di quella ferito, trasportata poi al “Perrino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Sversavano tonnellate di veleni: Brindisi come la "Terra dei Fuochi"

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento