Auto fuori strada sulla litoranea sud: spavento per due anziani coniugi

Incidente forse causato da un malore accusato dal pensionato al volante, fra Campo di mare e Torre San Gennaro

TORCHIAROLO – Forse a causa di un malore ha perso il controllo del mezzo ed è uscito fuori strada, terminando la sua corsa nelle campagne. Fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze un incidente che si è verificato intorno alle ore 8 di domenica (28 luglio) sulla litoranea a sud di Brindisi, fra Campo di mare e Lendinuso, nel territorio di Torchiarolo. 

Incidente Lendinuso-Campo di Mare 3-3-2

Due anziani coniugi di circa 80 anni procedevano in direzione Campo di Mare, diretti a San Pietro Vernotico, a bordo di una Fiat Panda bianca, vecchio modello. Improvvisamente il marito, alla guida della vettura, ha invaso l’altra corsia di marcia ed è uscito fuori strada, andando a finire in un terreno ricoperto da sterpaglie. L’auto ha percorso alcuni metri prima di arrestarsi a ridosso della carreggiata. 

Sul posto si sono recate un paio di ambulanze con personale del 118 e una squadra di vigili del fuoco. Entrambi i pensionati erano vigili e coscienti. Il marito è stato condotto in ospedale per gli accertamenti del caso. La dinamica del sinistro e le testimonianze sia della moglie che di una giovane automobilista di San Pietro Vernotico che proveniva dalla parte opposta, fanno pensare che l’anziano abbia accusato un malore. I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri della stazione di Cellino San Marco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, App di un brindisino emigrato a Londra dopo la laurea

  • Scontro fra auto e bici: muore infermiera, un arresto per omicidio stradale

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Ospedale Perrino, l'oncologa Palma Fedele premiata per empatia con le pazienti

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento