Malore dopo investimento: migliora l'automobilista, ancora grave il bambino

Trasferito dall'Utic al reparto di Cardiologia il brindisino coinvolto nell'incidente avvenuto martedì pomeriggio in via Appia

BRINDISI – Sono in miglioramento le condizioni del brindisino di 36 anni che nel pomeriggio di martedì (1 ottobre) ha accusato un malore, dopo aver investito un bambino di 7 anni che attraversava la strada in via Appia.

Il 36enne, già cardiopatico, sottoposto a seguito del malore a un intervento chirurgico al cuore, è stato trasferito dall’Unità di terapia intensiva al reparto di Cardiologia dell’ospedale Perrino. Restano gravi, invece, le condizioni del bambino, la cui prognosi non è ancora stata sciolta.

Il piccolo ha riportato una frattura cranica, una compressione del polmone, frattura delle costole e frattura multipla della tibia a causa dell’impatto con la Lancia Musa condotta dal 23enne. Il drammatico incidente è avvenuto nei pressi dell’incrocio fra via Verona e via Appia, all’altezza del parco Cesare Braico. Il bambino, accompagnato dal fratello di 23 anni, stava attraversando la carreggiata, da quanto appurato dalla polizia locale di Brindisi diretta dal comandante Antonio Orefice, fuori dalle strisce pedonali, quando è sopraggiunta la Musa, diretta verso il rondò posto all’inizio della strada statale 7 per Taranto. L’impatto è stato violentissimo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Falso allarme bomba: tribunale di Brindisi evacuato per due ore

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Temporali e scirocco: allerta meteo gialla per Brindisi e Salento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento