Inclusione sociale, bando per progetti

BRINDISI – Un finanziamento per l’inclusione sociale a carico di persone e nuclei familiari svantaggiati. Questo l’avviso pubblico approvato dalla Regione Puglia nell’ambito del P.O. Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 e preso in considerazione dall’Ambito Territoriale Brindisi/San Vito dei Normanni. I soggetti attuatori possono essere cooperative sociali e loro consorzi, associazioni di promozione sociale, organismi di formazione professionale.

Inclusione sociale

BRINDISI Un finanziamento per l’inclusione sociale a carico di persone e nuclei familiari svantaggiati. Questo l’avviso pubblico approvato dalla Regione Puglia nell’ambito del P.O. Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 e preso in considerazione dall’Ambito Territoriale Brindisi/San Vito dei Normanni. I soggetti attuatori possono essere cooperative sociali e loro consorzi, associazioni di promozione sociale, organismi di formazione professionale.

Sulla base dell’avviso regionale, l’Ambito Territoriale Brindisi/San Vito dei Normanni ha provveduto ad approvare un proprio avviso finalizzato a sostenere iniziative e progetti di inclusione sociale e lavorativa per pazienti psichiatrici in trattamento riabilitativo presso le strutture pubbliche e del privato sociale, disabili fisici, psichici e sensoriali, soggetti sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria limitativi della libertà personale, sotto forma di misure alternative alla detenzione e sanzione di comunità, qualsiasi persona riconosciuta come affetta, al momento o al passato, da una dipendenza anche se ancora in trattamento riabilitativo presso le strutture pubbliche e del privato sociale, minori a rischio di esclusione sociale e lavorativa, e donne sole con figli.

Saranno, insomma, interventi che prevedono l’attivazione o l’implementazione di percorsi integrativi come l’orientamento, la formazione, l’accompagnamento e il collocamento mirato, di inserimento e reinserimento socio-lavorativo e l’attivazione di forme di tutoraggio individuale per soggetti svantaggiati.

L’avviso nasce sulla fase dell’emergenza sociale, ovvero sul potenziamento della presa in carico di persone e nuclei familiari attraverso la definizione di piani individualizzati di intervento, assicurando una sorta di continuità dei progetti per il reinserimento e dell’integrazione, il cosiddetto Welfare inclusivo. I soggetti attuatori dovranno presentare progetti per perseguire le finalità previste dall’Asse III Inclusione Sociale del P.O. FSE Puglia 2007/2013 e contribuire al conseguimento del V obiettivo prioritario “Poverty/Social Exclusion”, inserito nella nuova Strategia Europea 2020 che prevede di diminuire il numero di persone a rischio di povertà ed esclusione.

I progetti potranno essere inviati al Comune di Brindisi – Ufficio del Piano di Zona in piazza Matteotti, 1 72100 Brindisi e devono pervenire entro e non oltre le ore 13 del 20 febbraio 2012 e devono essere, altresì, redatte secondo lo schema disponibile su www.comune.brindisi.it o www.comune.sanvitobr.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Bimba nata morta all’ospedale Perrino”: denuncia dei genitori

  • Una domenica con la bomba: quasi tutta Brindisi evacuata

  • Malore alla guida: autista accosta e poi si accascia, in salvo gli studenti

  • Maltempo: scuole chiuse a Brindisi a in altri Comuni della provincia

  • Incidenti: le vittime e le strade più pericolose del Brindisino

  • Forti raffiche di vento: alberi sradicati, interventi in provincia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento