Inclusione sociale, bando per progetti

BRINDISI – Un finanziamento per l’inclusione sociale a carico di persone e nuclei familiari svantaggiati. Questo l’avviso pubblico approvato dalla Regione Puglia nell’ambito del P.O. Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 e preso in considerazione dall’Ambito Territoriale Brindisi/San Vito dei Normanni. I soggetti attuatori possono essere cooperative sociali e loro consorzi, associazioni di promozione sociale, organismi di formazione professionale.

Inclusione sociale

BRINDISI Un finanziamento per l’inclusione sociale a carico di persone e nuclei familiari svantaggiati. Questo l’avviso pubblico approvato dalla Regione Puglia nell’ambito del P.O. Puglia per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 e preso in considerazione dall’Ambito Territoriale Brindisi/San Vito dei Normanni. I soggetti attuatori possono essere cooperative sociali e loro consorzi, associazioni di promozione sociale, organismi di formazione professionale.

Sulla base dell’avviso regionale, l’Ambito Territoriale Brindisi/San Vito dei Normanni ha provveduto ad approvare un proprio avviso finalizzato a sostenere iniziative e progetti di inclusione sociale e lavorativa per pazienti psichiatrici in trattamento riabilitativo presso le strutture pubbliche e del privato sociale, disabili fisici, psichici e sensoriali, soggetti sottoposti a provvedimenti dell’autorità giudiziaria limitativi della libertà personale, sotto forma di misure alternative alla detenzione e sanzione di comunità, qualsiasi persona riconosciuta come affetta, al momento o al passato, da una dipendenza anche se ancora in trattamento riabilitativo presso le strutture pubbliche e del privato sociale, minori a rischio di esclusione sociale e lavorativa, e donne sole con figli.

Saranno, insomma, interventi che prevedono l’attivazione o l’implementazione di percorsi integrativi come l’orientamento, la formazione, l’accompagnamento e il collocamento mirato, di inserimento e reinserimento socio-lavorativo e l’attivazione di forme di tutoraggio individuale per soggetti svantaggiati.

L’avviso nasce sulla fase dell’emergenza sociale, ovvero sul potenziamento della presa in carico di persone e nuclei familiari attraverso la definizione di piani individualizzati di intervento, assicurando una sorta di continuità dei progetti per il reinserimento e dell’integrazione, il cosiddetto Welfare inclusivo. I soggetti attuatori dovranno presentare progetti per perseguire le finalità previste dall’Asse III Inclusione Sociale del P.O. FSE Puglia 2007/2013 e contribuire al conseguimento del V obiettivo prioritario “Poverty/Social Exclusion”, inserito nella nuova Strategia Europea 2020 che prevede di diminuire il numero di persone a rischio di povertà ed esclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I progetti potranno essere inviati al Comune di Brindisi – Ufficio del Piano di Zona in piazza Matteotti, 1 72100 Brindisi e devono pervenire entro e non oltre le ore 13 del 20 febbraio 2012 e devono essere, altresì, redatte secondo lo schema disponibile su www.comune.brindisi.it o www.comune.sanvitobr.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Benzinai rapinati all'alba: in azione banditi armati di pistola e accetta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento