Scempio nelle campagne: scoperte 72 discariche abusive, denunciate sei persone

Dal 20 marzo al 12 febbraio i carabinieri del comando provinciale di Brindisi hanno battuto a tappeto le campagne per arginare il fenomeno dell'abbandono selvaggio dei rifiuti. Sequestrato un terreno di pertinenza di un'azienda agricola

E’ di sei persone denunciate (fra cui tre imprenditori e un carrozziere), il sequestro di un’area agricola e sei multe il bilancio di un servizio di controllo del territorio mirato ad arginare il fenomeno dell’abbandono selvaggio di rifiuti che fra il 20 febbraio e il 12 marzo è stato espletato dai reparti del comando provinciale dei carabinieri di Brindisi, nell’ambito della strategia di contrasto all’inquinamento ambientale intrapresa dal comando Interregionale Carabinieri "Ogaden”. Obiettivo principale dell’Arma è stato quello di franare alcuni fenomeni di illegalità diffusa che creano grave danno alla comunità mirandone il "diritto alla sicurezza", inteso nella più ampia accezione di garanzia dell'ordinata e sicura convivenza civile.

Nel corso dei sopralluoghi sono stati individuati 72 siti interessati dall'abbandono incontrollato di rifiuti di vario genere. Sei le sanzioni amministrative inflitte, per un importo complessivo di 3mila 600 euro. 

Nelle campagne di Erchie, i carabinieri hanno scoperto che in una parte del terreno di pertinenza di un’azienda agricola erano stati depositati vari idrocarburi interrati rilevati dalla fuoriuscita di fumi; il personale dell’Arpa Puglia, intervenuto sul posto, ha eseguito la campionatura per i successivi esami di laboratorio.

E poi ci sono sei persone denunciate a piede libero. Il 79enne S.L., di San Michele Salentino e domiciliato a Carovigno, e il 50enne G.L., residente a Milano e domiciliato a Carovigno, avrebbero realizzato, senza alcuna autorizzazione, una discarica abusiva contenente rifiuti pericolosi in alcuni terreni di proprietà, situati a Carovigno, per un'estensione di 4mila metri quadri circa, sottoposti a sequestro.

Gli imprenditori denunciati sono tre: P.F., 46 anni, di Ostuni, è stato sorpreso alla guida di un autoarticolato mentre trasportava rifiuti solidi industriali non pericolosi; S.P., P.S., 51 anni, di Torre Santa Susanna, avrebbe sversato rifiuti di vario genere in un'area precedentemente destinata a cava, situata a Torre Santa Susanna, sottoposta a sequestro; anche A.S.., 70 anni, di Erchie, dovrà rispondere del reato di aver sversato rifiuti speciali in un'area precedentemente destinata a cava, nell’agro di Erchie, sottoposta a sequestro.

Infine è stato denunciato anche un carrozziere di Cellino San Marco, il 61enne F.E., che avrebbe accantonato senza autorizzazione rifiuti speciali su un terreno di proprietà nelle campagne di San Donaci. I siti individuati sono stati segnalati alle autorità amministrative per le operazioni di ripristino della salubrità dei luoghi.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

  • Carabinieri intercettano auto rubata: inseguimento in città

Torna su
BrindisiReport è in caricamento